Liquirizia, le virtù terapeutiche

Naschen, Lakritz

La liquirizia è una pianta erbacea conosciuta fin dall’antichità per le sue proprietà benefiche sulla salute; le sue virtù salutari risalgono a circa 6.000 anni fa, pensate che se ne trovano addirittura tracce nelle tombe di alcuni faraoni egiziani. La liquirizia fu citata anche da Ippocrate che la considerava sostanza curativa della tosse: contiene infatti glicirrizina, un principio attivo che la rende un rimedio naturale utile in caso di tosse secca e asma. La liquirizia inoltre possiede, glucosio, amidi, vitamine inoltre è ricca di flavonoidi, una sostanza dalle proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.

Liquirizia, proprietà
A detta degli esperti, la liquirizia avrebbe proprietà antivirali in grado di proteggere l’apparato respiratorio da bronchite e raffreddore, di facilitare le digestione e di contrastare l’alitosi: contro infiammazioni delle gengive o mal di gola e per combattere l‘alitosi è consigliabile masticare un bastoncino di radice.
È indicata per chi soffre di pressione bassa: in caso di grande caldo può riportare in tempi brevi la pressione a livelli normali. Per questo motivo ne è sconsigliata l’assunzione per chi soffre di ipertensione.
Secondo una ricerca condotta alla Nankai University, in Cina, la liquirizia potrebbe dimostrarsi un ottimo alleato nella cura del tumore al fegato: sembrerebbe che l’acido glicirrizico contenuto nella liquirizia possa venire impiegato come “trasportatore” per portare al bersaglio i farmaci antitumorali. I risultati di tale ricerca sono stati pubblicati sulla rivista “Chemistry & Industry”.

ATTENZIONE: anche se a detta degli esperti, la liquirizia possiede tante proprietà benefiche è però importante non esagerare con il consumo. Se viene assunta in dosi eccessive può causare mal di testa e ritenzione idrica.

Liquirizia, uso in cucina
La liquirizia si può assumere sotto forma di caramelle, infusi o tisane reperibile in erboristeria o nei negozi che vendono prodotti biologici.
In cucina la liquirizia viene impiegata per la preparazione di dolci e caramelle e liquori. Una preparazione tradizionale è il liquore alla liquirizia, un prodotto molto diffuso in Calabria
La tisana di liquirizia viene molto consumata per le sue proprietà digestive e leggermente lassative; per la preparazione basta lasciare in infusione 60 grammi di radici di liquirizia in un litro di acqua bollente per circa un’ora. Volendo potete addolcire la tisana aggiungendo un cucchiaino di miele.

In caso di assunzione terapeutica della liquirizia è bene chiedere prima il parere del proprio medico curante.

Pubblicato da Anna De Simone il 2 marzo 2014