Larve dannose per l’orto

larve dannose orto

Larve dannose per l’orto: ecco quali insetti mangiano radici e foglie dei nostri ortaggi. Le larve e i vermi che vivono nel terreno e danneggiano l’orto.

Non tutti quelli che chiamiamo vermi del terreno sono veri vermi! Spesso, quelli che genericamente chiamiamo vermi del terreno sono larve di insetto. Alcuni insetti, innocui in forma adulta, possono danneggiare l’orto in determinate fasi del loro ciclo di vita.

Le stesse farfalle, tanto amate, nella forma di bruco possono nutrirsi della materia vegetale e realizzare buchi sulle nostre foglie di insalata. In questo articolo vedremo quali sono le larve dannose per l’orto.

Larve dannose per l’orto

Se nel tuo orto hai notato foglie delle piante che perdono colore, frutti che seccano senza svilupparsi o piante che muoiono in modo prematuro, probabilmente nel terreno vi sono ospiti indesiderati che si nutrono delle radici. Altri indicatori della presenza di larve dannose nell’orto sono ortaggi e foglie colpite: se hai notato foglie bucate o ortaggi con gravi lesioni, è possibile che le larve, con il loro robusto apparato masticatore, stiano causando danni al raccolto.

Larve e insetti dannosi per l’orto

Le larve e gli insetti adulti possono vivere nel terreno fino a 30 – 40 cm di profondità. Le larve e gli insetti che vivono sotto terra, trovano l’habitat migliore nei terreni moderatamente umidi e argillosi, soprattutto quando il terreno è poco lavorato. Vediamo insieme l’elenco delle larve che possono causare danni all’orto.

Larve di Nottua

Vengono generalmente chiamati vermi, in realtà le nottue rappresentano lo stadio larvale delle farfalle notturne. Le larve si sviluppano soprattutto tra marzo e aprile, ma anche tra giugno e luglio. In genere sono descritti come vermi dal colore grigio, nero o verdastro (scuro), dalla lunghezza di 4 – 5 cm. Quando vengono rinvenuti assumono una caratteristica forma a C.

Le larve della farfalla notturna si nutrono delle radici e del colletto di piante tipiche dell’orto quali:

  • Spinaci
  • Insalata
  • Bietole
  • Carota
  • Cavoli
  • Cipolla
  • Patata
  • Pomodoro

Larve di Maggiolino

Il maggiolino è un coleottero piuttosto conosciuto (Melolontha melolontha). Gli adulti, così come le larve, sono dannosi per l’orto.

Le larve di maggiolino sono descritte come piccoli vermi bianchi. In realtà, se nell’orto trovate un verme bianco si può trattare della larva del maggiolino che resta attiva nel terreno per 3 anni prima di prendere la forma adulta.

Le larve di maggiolino si nutrono di tuberi, bulbi e ortaggi vari 8barbabietola, patate, pomodoro, cicorie, lattughe…). La pianta può appassire in un’unica giornata.

Larve di Elateride

Gli adulti sono piccoli coleotteri del genere Agriotes. La forma adulta presenta corpo allungato lungo più di un centimetro. Gli adulti di elateridi sono innocui per l’orto ma le larve possono essere molto fameliche.

Queste larve vengono descritte genericamente come vermi dal colore arancione, rosso o giallo lucente. Si sviluppano a partire da aprile e maggio. Si nutrono di radici, tuberi e del colletto di tutti gli ortaggi possibili. IN particolare patata, carote, sedano rapa, cipolle, aglio, ravanello, sedano, lattughe e melone. Lo stadio larvale perdura per 3 o 4 anni.

Larve di Tipula

Si tratta di larve di dittero del genere Tipula. Nel nostro orto troviamo le lave di Tipula oleracea (tipula degli orti) e di Tipula paludosa (tipula dei prati).

Gli adulti si conoscono per le ali lunghe e strette e per le zampe lunghe e sottili. Comunemente gli adulti vengono chiamati zanzaroni dei prati zanzare giganti.

Le larve vengono descritte come grossi vermi (anche qui si tratta di larve e non di vermi propriamente detti!) dalla forma cilindrica, di colore marrone. Possono raggiungere una lunghezza di 5 o 6 cm. Si nutrono dei colletti o delle foglie di molti ortaggi, soprattutto delle foglie basali.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 17 aprile 2017