Coleotteri italiani

Coleotteri italiani

Coleotteri italiani, non una specie a sé ma una serie di specie che vivono nel nostro Paese, anche molto vicino a noi ma che spesso passano inosservate. I coleotteri italiani non hanno dimensioni esagerate ma possono anche creare dei problemi alle piante, come nel caso delle larve di Cetonia. Leggendo di coleotteri italiani ci accorgeremo di quanti ce ne sono e di quanto poco ce ne hanno parlato.



La maggior parte vive a spese di piante coltivate, di derrate, di manufatti, ma ci sono anche coleotteri italiani che sono i benvenuti nei nostri giardini perché cacciano altri piccoli insetti nocivi. Per altre informazioni potete leggere: larve dannose per l’orto.

Coleotteri italiani

Tra i vari insetti che popolano le nostre terre, i coleotteri italiani sono quelli di dimensioni maggiori. Nel mondo si contano ad oggi oltre 300mila specie, in Italia ce ne sono molte meno ma possiamo comunque dire che è impossibile elencarle tutte, e anche inutile. L’importante è sapere che ne esistono di terrestri e acquatici, hanno un dermascheletro consistente ma le dimensioni possono variare molto da famiglia in famiglia di coleotteri italiani.

Ci sono i Tricopterigidi che misurano 1 mm, altre specie che possono arrivare anche a 15 cm ma non in Italia, da noi le dimensioni massime sono comunque minime.

Antenne e numero di zampette, variano molto, di solito sono animali che masticano, le mandibole possono essere più o meno robuste, sempre di dimensioni non da fauci, ma in coleotteri non italiani, anche potenzialmente capaci di ferire.

Coleotteri italiani

Coleottero nero

I coleotteri italiani neri sono diversi e possono avere caratteristiche totalmente differenti l’uno dall’altro. Vediamo qualche famiglia in cui predomina il colore nero. Quella delle Geotrupidae, ad esempio, raggruppa coleotteri di medie e grandi dimensioni, generalmente di colore nero e lucido. Sono affascinanti per i riflessi metallici che appaiono sul loro corpo, allungato e molto convesso. Sono insetti coprofagi e scavano gallerie lunghe anche due metri.

Un’altra famiglia di coleotteri italiani e non, neri, è quella delle Orphinidae. Di italiani ce ne sono pochissime specie e hanno un aspetto molto convesso, lucido e ovviamente nero.

Coleotteri volanti

I coleotteri italiani non sono tutti volanti, ci sono dei buoni volatori, dei mediocri volatori e anche gli imbranati volatori, cioè quelli più elegantemente definiti inabili al volo.

In alcune famiglie le ali anteriori sono degli astucci e ricoprono il corpo, in quelle che non volano, sono addirittura corte e molto “grezze”, come accennate, oppure saldate assieme. Passando alle ali posteriori, formate da membrane, possono essere atrofiche, spesso si ripiegano completamente sotto le elitre in fase di riposo.

Coleotteri del legno

Nella famiglia delle Dynastidae ci sono coleotteri di grosse dimensioni, solo sei sono coleotteri italiani, gli altri abitano nei paesi tropicali. Sono caratterizzati da un evidente dismorfismo sessuale, i maschi hanno dei corni, le femmine no, ed essendo coleotteri del legno, quando sono larve, si nutrono prevalentemente di radici o legno marcescente.

Coleotteri giganti

Di Coleotteri italiani giganti, non ce ne sono molti, i più grandi abitano in luoghi lontani dal nostro Paese. Ci sono quelli della famiglia delle Cetonidae, diffusi soprattutto nei paesi tropicali, caratterizzati da una livrea “metallizzata” spesso verde e rossa, con sfumature dorate.

Coleotteri italiani

Coleotteri: habitat

L’habitat del coleotteri è difficile da raccontare perché sono insetti diffusi praticamente ovunque. Ovvio che preferiscono le zone con molti verde e al variare di ciò che mangiano, frequentano aree con diversi tipi di vegetazione.

Coleotteri: parassiti delle piante

Ci sono dei coleotteri italiani che vivono a spese delle piante e le rovinano, creando anche dei danni mortali. Un esempio è la Cetonia dorata le cui larve vanno in cerca di fiori e boccioli di rose per prelevarne nutrimento, indebolendo le piante fino a causarne anche la morte.

Coleotteri : come allontanarli

Per allontanare i coleotteri, è possibile fare uso di un geodisinfestante, se ne trovano di vari tipi in commercio, nei negozi e on line. Su Amazon una confezione da 1 Kg di prodotto contro formiche, grillotalpe, cavallette, e larve di insetti terricoli come i coleotteri, costa 23 euro. E’ raccomandato per la protezione dei tappeti erbosi e delle piante floreali e ornamentali.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 10 giugno 2017