In bici sul Ticino: i percorsi sono online

Lungo la via dei Cairoli

Ecco i primi roadbook per cicloturisti lungo La Via dei Cairoli, il territorio nel Parco del Ticino che  interessa i Comuni di Carbonara al Ticino, Garlasco, Gropello Cairoli, Villanova d’Ardenghi, Zerbolò e la città di Pavia. Il cicloitinerario principale, uno dei due già disponibile online, parte da Gropello Cairoli e si snoda lungo un tracciato ad anello di 65 chilometri che permette di scoprire il territorio e gli abitati dei Comuni vicini, con le risaie, i boschi di ontano nero, i castelli e le antiche pievi.

In tutto sono cinque gli itinerari de La Via dei Cairoli da percorrere a piedi o sulle due ruote per scoprire paesaggi e sapori di questa zona della Lomellina a pochi passi dal fiume Ticino. I relativi roadbook, tra poco disponibili al completo con una prima selezione dei servizi di ristorazione e accoglienza, sono pensati per facilitare la fruizione e promuovere l’offerta turistica di un territorio che ha molto da offrire in termini di natura, storia e gastronomia e che aspetta solo di essere ri-scoperto.

Secondo l’associazione Uomo e Territorio Pro Natura che promuove il progetto La Via dei Cairoli, la chiave per consolidare l’offerta esistente e avviare nuove opportunità a supporto delle economie è quella del turismo sostenibile e della ricostruzione delle connessioni forestali. Una ricetta che le amministrazioni possono fare loro a patto di tenere sempre presente, tra gli altri, un elemento fondamentale: la sicurezza stradale.

Per questo motivo Uomo e Territorio Pro Natura ha chiesto ai sindaci dei comuni de La Via dei Cairoli e alla Provincia di Pavia di attivare alcuni semplici interventi volti a garantire la sicurezza delle strade urbane ed extraurbane, a partire dalla riduzione dei limiti di velocità e dall’integrazione/realizzazione della segnaletica, affinché gli utenti possano percorrere in tutta tranquillità e sicurezza i cicloitinerari consigliati.

Pubblicato da Michele Ciceri il 5 dicembre 2012