Habanero: proprietà e come usarlo

Habanero

Habanero è il nome di un peperoncino ma non un peperoncino qualunque, è un peperoncino di quelli che, una volta assaggiato, non si scorda più. Che piaccia il piccante o meno, con l’habanero è meglio essere prudenti e non esagerare. Fa però molto bene alla salute, se consumato in quantità corrette, moderate. Il suo nome scientifico di Capsicum chinense ed oltre che per il fatto di essere particolarmente piccante, è anche molto piccolo rispetto a molti altri tipi di peperoncino. Le sue misure possono variare tra i 2 e i 5-6 centimetri, non è lungo e stretto come i peperoncini più comuni ma ha la forma classica a “lanterna”. Solo varietà come la “White Bullet” non ha questa forma.



Habanero arancio

Ci sono diverse tipologie di habanero e non tutte hanno lo stesso colore, sempre si tratta di tinte forti, però. La Red Savine è una delle varietà più piccanti in assoluto, lo dice la sua posizione molto alta sulla scala Scoville che misura in modo pressoché scientifico il livello di piccantezza delle diverse specie di peperoncino. Va da 200mila e le 577mila unità.

Una varietà molto nota è la “Chocolate” che, come possiamo immaginare, non è arancione ma marrone, o quasi, mentre ce ne sono tante altre con una tinta arancione, tendente al giallo o arancione più carico.

Habanero arancio

Habanero: pianta

La pianta di habanero viene coltivata soprattutto nella regione messicana dello Yucatan, il nome inganna perché viene spontaneo immaginarlo coltivato a Cuba, vero? Invece no, andiamo a cercarlo in Messico, il nome è legato alla credenza, non confermata dal punto di vista storico, che la coltivazione dell’ habanero in Messico sia iniziata grazie ad alcuni esuli cubani che hanno portato dalla loro patria, Habana, i primissimi semi in Messico. Ecco perché qualcuno pensa che l’habanero sia originario di Cuba. Non è delle stesse zone un altro peperoncino molto potente, il peperoncino Cayenne 

Habanero: proprietà

Il sapore piccante è di certo la prima e più notevole proprietà dell’habanero ma non è certo l’unica, Il livello raggiunto in questo caso è davvero molto alto, molto più elevato di quello attribuito al nostro classico peperoncino piccante calabrese si attesta intorno alle 15mila unità.
Oltre al sapore forte, l’habanero anche un elevato contenuto di sostanze nutrienti che lo rendono un ingrediente prezioso in tante ricette, in molte di quelle tipicamente messicane.

Habanero: proprietà

Contiene molta vitamina C e moltissimi antiossidanti, in modo particolare flavonoidi, ma anche tanti sali minerali e altre vitamine. Una delle sostanze che troviamo nell’habanero in abbondanza e che lo rende molto ricercato anche per chi si vuole curare con il cibo è la capsaicina. Si tratta di un rubefacente ovvero una sostanza che fa aumentare l’afflusso di sangue nell’organismo. E’ responsabile del sapore piccante ma non solo.

Habanero: benefici

Proseguiamo a cantare le lodi del nostri peperoncino extra strong. Fa molto bene a chi soffre di reumatismi e ha anche degli effetti antibatterici, fa digerire, inoltre, perché stimola la produzione di succhi gastrici e favorisce l’attività di contrasto dell’intestino pigro.
Ci sono dei medici che consigliano l’habanero a chi ha appena avuto un infarto perché aiuterebbe a ridurre i possibili danni a carico del cuore.

L’habanero contiene delle sostanze che hanno un effetto vasodilatatorio quindi serve per le arterie e le vene, le pulisce dal colesterolo cattivo e ci protegge dal rischio di ictus e infarto. Ci sono in corso diversi studi, alcuni che mirano a dimostrare la presenza di altri benefici a carico dell’habanero, ad esempio si pensa che aiuti a sentirci sazi, quindi andrebbe bene per chi vuole dimagrire. Oppure si sente dire che faccia un’azione di contrasto dell’insorgenza di diabete 1 o di protezione per il fegato, ma è solo una ipotesi.

Habanero: benefici

Habanero: ricette

Molte ricette messicane, ma non solo, hanno come ingrediente il peperoncino habanero ma non in tutte esso è il protagonista. Informiamoci se abbiamo ospiti a cena, riguardo ai loro gusti perché questo peperoncino è davvero molto potente.
Per cucinarlo in modo semplice e gustoso si prendono una cipolla, uno spicchio d’aglio, tre peperoncini, un cucchiaio d’olio, sale e polpa di pomodoro. Così si ottiene un’ottima salsa piccante quanto basta detta salsa Habanera.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 7 agosto 2018