Giardino roccioso, dal progetto alle piante

giardino roccioso

Giardino roccioso: ecco un progetto fai da te per realizzare un giardino roccioso piccolo ma ben fornito. Le piante da coltivare e soluzioni per ogni tipo di esigenza.

In realtà, il termine giardino roccioso va a identificare situazioni molto diverse tra loro ma tutte con la medesima caratteristiche: la pacciamatura in pietre, sassi, ghiaia o roccia! Nel progettare un giardino roccioso fai da te bisogna tenere ben presente, in primo piano, le esigenze climatiche delle piante da contestualizzare che devono essere compatibili con l’ambiente in cui si realizza lo stesso giardino.

Un errore molto comune è associare il giardino roccioso alle piante grasse. In realtà, il giardino roccioso dovrebbe evocare uno scenario montano alpino, tuttavia le piante grasse riescono a offrire una vegetazione bassa e variegata che ben si adatta allo stile del giardino roccioso fai da te ma vi sono diversi inconvenienti da valutare. In Italia, soprattutto a determinate altitudini, sono poche le piante grasse che riuscirebbero a sopravvivere in ambiente esterno, quindi il progetto dovrebbe essere posto in ambiente indoor oppure non permanente, con la possibilità di trasferire le piante al riparo durante la stagione invernale.

Giardino roccioso fai da te, come iniziare

Non importa quanto grande piccolo sarà il vostro giardino roccioso fai da te, è opportuno iniziare sempre con un progetto molto accurato. In questa fase dovete fare diverse scelte.

Scegliete se realizzare il giardino roccioso in piano o declive

Chi ha abbastanza spazio può realizzare un giardino roccioso fai da te su un terreno molto inclinato. Certo, è più facile allestire un giardino roccioso su un terreno piano ma il declive offre un aspetto più caratteristico: le piante vengono coltivate in piccole terrazzate fatte di roccia, sassi e substrato di coltivazione.

Pietre, rocce e pacciamatura, come gestirle?

In ambienti alpini è possibile osservare terrazzate di piante intervallate tra grosse rocce e massi. Potete decidere se mettere un’unica roccia in posizione dominante (che emerga oltre la vegetazione) oppure più rocce oppure, ancora, sfruttare solo la pacciamatura. Per restituire un’immagine “rocciosa” è possibile sostituire il classico pacciame con materiali come:

  • ghiaia di vario tipo
  • cascami di pietra
  • ardesia grigia
  • lapillo (consigliato in caso di giardino roccioso in casa o ambienti poco rupestri)

Quali piante coltivare nel giardino roccioso?

Se il giardino roccioso fai da te si prospetta come un’installazione permanente da sfoggiare 365 giorni all’anno, allora bisogna mettere da parte le piante grasse meno resistenti o comunque non sarà possibile dare alle piante grasse l’esclusiva.

Scegliete una vegetazione tipica della vostra zona. Alla classica vegetazione montana (ben resistente al freddo) potete aggiungere piante a lento sviluppo, piante sempreverdi, specie a fioritura stagionale, piante a fioritura prolungata e qualche pianta grassa rustica, resistente al freddo.

Assegnazione degli spazi

Ogni pianta dovrebbe avere il suo spazio personale. L’effetto “tutto pieno” si raggiungerà solo con il tempo: per iniziare, sarebbe meglio comprare piante dalle piccole dimensioni (costano molto meno) e vi danno modo di fare le valutazioni per modificare via via il vostro progetto.

Giardino roccioso fai da te, quali piante scegliere

Vi ho consigliato di scegliere:

  • vegetazione montana tipica
  • piante a lento sviluppo
  • piante a fioritura stagionale o fioritura prolungata
  • piante sempreverdi
  • piante succulente rustiche

Tra le piante perenni da fiore vi segnalo la phlox e dianthus, piante striscianti dalla vegetazione compatta. Le campanule (scegliete varietà dallo sviluppo contenuto), l’iberis semprevirens, lewisia e saponaria.

Fondamentali sono le piante arbustive che spuntano tra le pietre. In questo contesto segnalo l’agrifoglio, la più vivace Lonicera nitida (dovrà essere ripetutamente cimata durante l’anno per mantenerne la vegetazione bassa)e il barberis a foglie rosse.

Chi non può fare a meno delle piante grasse, dovrà scegliere specie che resistono al freddo. Per maggiori informazioni vi invito a leggere l’articolo Piante grasse resistenti al freddo.

Ti potrebbe interessare anche l’articolo

Pubblicato da Anna De Simone il 7 giugno 2016