Florigrafia: riconoscere il linguaggio dei fiori

C’è una bella differenza tra l’omaggiare la propria partner con dei fiori e il dover scegliere una composizione floreale per la propria collega di lavoro che ha ottenuto una promozione. Con che criterio possiamo operare questa scelta? Con la florigrafia. Ogni fiore e ogni colore ha il suo significato. Vediamoli insieme.

La florigrafia ha elaborato un significato per ogni fiore e colore, creando un linguaggio dei fiori al quale si fa riferimento per interagire in modo indiretto. Per esempio, le rose rosse, sono i fiori più regalati nel mondo proprio per il significato che hanno rappresentato.

Il colore rosso rappresentano passione e amore impetuoso. Le rose rosa, un amore meno passionale, più dolce, più adatte per un regalo a un parente o a un’amica stretta. Le rose gialle rappresentano amicizia, ma se regalate al proprio partner, gelosia. La rosa bianca rappresenta purezza e castità. La rosa canina (la specie più comune in Italia) esprime piacere e sofferenza amorosa. La rosa Tea (la rosa che più conosciamo)  simboleggia gentilezza, la rosa borracina esprime gentilezza e la muschiata il capriccio.

Anche l’aspetto delle rose determinano il loro significato: il bocciolo chiuso rappresenta la riservatezza, aperta invece vuol dire impeto della giovinezza e allegria.

A questo punto, prima di regalare delle rose è opportuno capire cosa si vuole esprimere, per evitare di fare brutta figura qualora la destinataria sia un’esperta di florigrafia. Qualsiasi fiore di colore viola simboleggia il ricordo di un’amore.

La primula è il primo fiore che sboccia in primavera e simboleggia,  un amore giovane e spensierato. La lavanda indica diffidenza e poca fiducia nel prossimo, il girasole adulazione e riconoscenza. La zinnia, bellissimo fiore poco conosciuto in Italia, rappresenta la  semplicità,  come la margherita.

Chi regala la magnolia vuole esprimere buon auspicio e dignità. Il glicine, dal caldo colore che ne prende il nome, simboleggia apertura  verso gli altri e l’amicizia. I bellissimi fiori di ciliegio, rappresentano il legame con la tradizione. I fiori dell’albero di pesco rappresentano un amore immortale, mentre quelli bianchi dell’acacia indicano la speranza nei confronti di un amore ancora platonico: li consiglio in occasione di un fidanzamento.

I fiori gialli della mimosa indicano il pudore e la riservatezza. L’orchidea simboleggia la sensualità e il fascino: veniva considerato un fiore afrodisiaco e utilizzato nei secoli passati per preparare pozioni d’amore o bevande che facilitavano la fertilità. Il giglio rappresenta l’innocenza. Il crisantemo, da tutti conosciuto come fiore comune nei camposanti, rappresenta la pace. Il bel garofano rosso è simbolo di ammirazione e gloria, quello bianco di amore e di purezza. Il gelsomino, il cui profumo invade ogni ambiente in cui viene posto, racchiude in sé la gioia e il desiderio d’amore. I fiori della camomilla, simili a delle margheritine, rappresentano la capacità di cavarsela nelle situazioni avverse con un atteggiamento paziente e sereno.

La calla rappresenta la nobiltà d’animo. Quando viene regalata, si vuole esprimere ammirazione per la bellezza della persona che si ha davanti e il grande rispetto che si nutre per essa. Il tulipano giallo rappresenta sempre l’amore ma nella sua accezione più travagliata: la leggenda vuole che questo fiore sia nato dal sangue di un innamorato che si suicidò in seguito ad una delusione d’amore. Attenzione se la vostra fidanzata è attratta dalle bocche di leone, significherebbe che sta cercando un altro.

I fiori rimangono un piccolo regalo ideale per tante occasioni ma non vanno mai scelti a caso. I fiori hanno questo bellissimo linguaggio quindi non resta che…… dirlo con un fiore.

Ti potrebbero interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 5 marzo 2012