Farine per pizza, quali sono le migliori

farina per pizza migliore

Farine per pizza, ecco quali sono le migliori. Dalle cosiddette farine professionali alle miscele senza glutine. Consigli per ottenere un impasto perfetto.

Ogni farina annovera caratteristiche a sé. Scegliere la farina per la pizza può essere un compito molto divertente perché vi porterà a sperimentare miscele o tipi di farine speciali. Niente paura, in questo articolo proveremo ad accompagnarvi nel viaggio alla scoperta delle farine più adatte per la pizza.

Farina per pizza, quale usare

La farina usata per una pizza deve contenere una buona dose di proteine così da consentire una buona lievitazione. La percentuale di proteine dovrebbe essere almeno dell’11%. Al momento della scelta, quando siete al supermarket, date un’occhiata ai valori nutrizionali della farina di vostro interesse controllate la quantità di proteine. Noterete che le cosiddette farine professionali farine per pizza hanno una percentuale di proteine che si aggira intorno al 13%. Questo dato nasce solo per regalarvi un prodotto facile da lavorare e che possa fornire una buona lievitazione.

Per questo principio, in commercio troviamo farine per pizza addizionate con glutine (è il caso della farina per pizza Molino Spadoni per pizza, con una percentuale che oscilla tra il 12 – 13% di proteine).

Chi vuole sacrificare un po’ la lavorabilità, può orientarsi su farine con una percentuale di proteine superiore al 13%. E’ il caso della Farina Americana Manitoba selezionata da Molino Spadoni. Essendo meno lavorabile, però, è più adatta all’impasto per il pane che per quello della pizza (dove è necessario stendere).

Le farine citate si trovano facilmente al supermercato e anche su Amazon:

Ho citato alcuni prodotti presenti sul mercato ma, ovviamente, voi siete liberi di comprare la farina che volete, previo controllo della quantità di proteine per 100 grammi di prodotto.

Allora il gioco è fatto? E’ questa la migliore farina per pizza?
Sì, per molti è così… vi basterà acquistare la farina giusta senza altri sforzi. Ma cosa ne è stato dell’autenticità del grano? Usiamo una farina ricca di glutine per ottenere un prodotto che sia ben lievitato, soffice e degno di un pizzaiolo professionale… tuttavia sacrifichiamo l’autenticità dell’ingrediente principale della pizza: la farina.

Migliore farina per pizza

E’ vero, nelle pizzerie si tende a usare la farina 00. Molte persone, per farina per pizza professionale intendono proprio quella addizionata con glutine o comunque con una percentuale di proteine elevata così da offrire un prodotto ben lievitato.

Allora è questa la migliore farina per pizza?
Dipende da ciò che cercate. Per me non lo è affatto.

Nell’articolo come fare la farina in casa vi ho spiegato come la qualità delle farine 00 è andata progressivamente scemando negli ultimi anni. Ci ritroviamo con farine ricche di amido, con una discreta quantità di proteine ma poverissime in termini di micronutrienti. Il grano è un vegetale… è possibile che sia così povero di vitamine e sali minerali? Lo è perché nel corso degli anni sono state selezionati gli ibridi più produttivi a discapito della qualità e del sapore.

Nell’ideale, se volete una pizza autentica, degna del nome gourmet che oggi va tanto di moda, dovreste reperire una farina di grano antico. Cosa significa? Che dovreste rintracciare un piccolo produttore locale che ancora coltiva varietà di grano tradizionale. I piccoli coltivatori, infatti, non sono interessanti a ottenere elevati volumi di prodotto, così continuano a coltivare da generazioni, le varietà più antiche.

Farina per pizza senza glutine

Chi cerca una farina senza glutine ha indubbiamente meno scelta. In questo caso è meglio affidarsi alle miscele presenti in commercio che offrono un mix idoneo alla lievitazione pur essendo privo di glutine.

In realtà, le farine senza glutine sono moltissime ma quelle adatte all’impasto della pizza vanno realizzate con attente miscelazioni.

In questo contesto vi invito a controllare le proposte commerciali delle farine senza glutine per pizza e per pane. Per tutte le informazioni potete visitare Questa Pagina.

Pubblicato da Anna De Simone il 19 agosto 2017