Come fare un mosaico con piastrelle rotte

mosaico

Per chi ama il riciclo ecco come fare un mosaico, riutilizzando dei materiali che altrimenti finirebbero in discarica. Avete in cantina delle piastrelle di diversa foggia e colore che magari sono difettate? Ora vi spiegheremo come riutilizzarle per creare, attraverso i frammenti, dei meravigliosi mosaici. Ma vediamo nel dettaglio come fare un mosaico in maniera semplicissima.


Fare un mosaico, indicazioni utili

  • Realizzare dei mosaici grandi quindi almeno 30 x 30 cm
  • Prima di realizzare un mosaico di piastrelle, cercate di stabilire dove posizionarlo: un mosaico con piastrelle per interno per esempio, collocato all’esterno avrebbe come inevitabile conseguenza la rottura delle piastrelle e la rovina del vostro lavoro, dato che le piastrelle per interno non resisterebbero alle intemperie.

Fare un mosaico, procedura
Primo step: preparazione del supporto in cemento per il mosaico.

  1. Create una cassaforma con quattro pezzi di legno dell’altezza di tre centimetri e uniteli in modo da realizzare un quadrato (almeno 30 x 30): assicurarsi che gli angoli interni siano di 90 gradi.
  2. Disponete la cassaforma su un piano liscio che può essere un foglio di plastica, di polistirolo ecc.: un materiale cioè che non si leghi alcemento e che sarebbe poi difficile rimuovere.
  3. Dopo aver preparato la cassaforma, colate dentro il composto cementizio a base di sabbia e cemento, facendo attenzione a pressarlo per bene per evitare che si formino bolle d’aria al suo interno
  4. Livellate poi il composto al livello superiore della cassaforma utilizzando un altro pezzo di legno.
  5. Aspettate che il composto indurisca per rimuoverlo dalla cassaforma: ecco la vostra mattonella di cemento delle dimensioni di un quadrato che farà da supporto per l’incollaggio dei nostri pezzi di piastrella per fare il mosaico

Secondo step: preparazione del mosaico

  1. Disponete le schegge di piastrella vicino al supporto dividendole per colore
  2. Prendete il collante per piastrelle e impastate seguendo le istruzioni riportate sulla confezione.
  3. Stendete il collante sul supporto utilizzando una spatola dentata per distribuirlo con la caratteristica striatura a gradini.
  4. Cominciate dall’esterno, collocando man mano i pezzi di piastrella che presentano un lato retto, lungo il bordo
  5. Completate tutto il perimetro e poi procedete verso il centro continuando ad incollare lasciando degli spazi, tra una tessera e l’altra non troppo stretti nè troppo larghi: controllare frequentemente con un pezzo di legno perfettamente retto, per assicurarsi che non ci siano avvallamenti.

Terzo step: rifinitura del mosaico. Terminato il mosaico, tra le tessere saranno rimasti degli spazi vuoti che dovranno essere riempiti con lo stucco.

  1. Miscelate lo stucco nel colore che preferite seguendo le istruzioni sulla confezione
  2. Stendete il prodotto con una spatola di gomma all’interno degli interstizi: ripetere più volte l’operazione in sensi opposti per favorire la fuoriuscita di bolle d’aria
  3. Rimuovete gli eccessi di stucco per fare in modo che risulti a filo delle piastrelle.
  4. Aspettate che lo stucco indurisca quanto basta poi rimuovete lo sporco che sarà inevitabilmente rimasto sulle schegge di piastrella: è sufficiente una spugna inumidita da passare delicatamente sopra il mosaico

Ora il vostro mosaico è pronto. Non vi resta che procedere allo stesso modo e fare tante piastre quante ve ne occorrono per coprire la superficie scelta.

Pubblicato da Anna De Simone il 2 settembre 2013