Come produrre energia in casa

Come produrre energia in casa: tecnologie e fai da te per produrre elettricità in casa a costo zero. Metodi alternativi per la produzione di energia elettrica sostenibile.

Produrre energia in casa è possibile nella maggior parte delle abitazioni e se la vostra dimora lo consente, perché non approfittarne? Esistono in commercio piccoli impianti solari o generatori eolici che permettono di sfruttare il sole e il vento per produrre energia elettrica destinata al consumo domestico. Produrre energia in casa è possibile con un investimento contenuto e i risultati sono durevoli, sia da un punto di vista di risparmio economico che di riduzione dell’inquinamento.

Le fonti tradizionali di energia, come il petrolio e il gas, sono fonti energetiche destinate a finire, inoltre è proprio dalla combustione di gas e petrolio che derivano i maggiori danni all’ambiente e al clima. A questo proposito è necessaria una più ampia diffusione delle fonti rinnovabili: in ambito domestico potete fare la differenza con la produzione di elettricità fai da te.

In Europa, la nazione che utilizza la percentuale più alta di energia rinnovabile è la Norvegia con una stima pari al 95%, noi italiani siamo ancora molto distanti da un traguardo paragonabile a quello norvegese, tuttavia, ogni singolo cittadino, può fare la differenza con generatori elettrici che sfruttano fonti sostenibili.

Casa autosufficiente

L’energia pulita è fondamentale e l’abitazione ideale è quella autosufficiente, capace cioè di soddisfare autonomamente il suo fabbisogno energetico. In certe abitazioni è possibile installare un apparecchio che produce energia elettrica da fonti rinnovabili.

La corsa alle rinnovabili ha dato una spinta al mercato, infatti esistono vari “mini impianti” per produrre energia in casa. Tra le invenzioni più innovative vi è un generatore di energia “2 in 1”, una sorta di lampione che produce elettricità sfruttando sia l’energia eolica che il solare. Questo particolare lampione va posizionato in giardino, è dotato di celle fotovoltaiche e una turbina eolica dalle dimensioni di soli 90 cm e da solo, è capace di soddisfare il 20% del fabbisogno di un’abitazione media. Questo appena citato è solo un esempio di come la tecnologia può aiutarci.

Una casa autosufficiente non solo deve essere in grado di prodursi energia in autonomia ma anche di consumarne pochissima! Una casa autosufficiente, per abbassare il suo fabbisogno elettrico, sfrutta al massimo fattori quali:

  • illuminazione naturale con vetrate e lucernai isolanti
  • coibentazione per massimizzare il comfort domestico e risparmiare su raffrescamento e riscaldamento dei locali
  • sistemi domotici per l’utilizzo intelligente delle risorse
  • apparecchi dall’elevata efficienza energetica

Una casa autosufficiente può sfruttare diverse tecnologie per la produzione elettrica; le stesse tecnologie possono essere impiegate in casa vostra per produrre energia sfruttando risorse naturali. Per citare alcune fonti energetiche che possono essere sfruttate in casa per la produzione di energia:

  • Energia solare
    pannelli fotovoltaici – energia fotovoltaica
    collettori solari – energia solare termica
    collettori solari – solar cooling
  • Energia eolica
    turbine eoliche
    mini-eolico
    micro-eolico domestico
  • Energia idrica
    micro idroelettrico
    piccolo idroelettrico
  • Energia geotermica
    energia geotermica superficiale
    energia geotermica propriamente detta

Un impianto geotermico così come dei collettori solari adeguatamente dimensionati possono provvedere alla produzione di energia in forma di calore da usare per il riscaldamento o il raffrescamento domestico. Certo, l’energia termica non è elettricità ma vi consentirà di risparmiare un bel po’ in bolletta tagliando completamente i costi di riscaldamento e raffreddamento. La bolletta parla chiaro: le utenze domestiche più salate sono legate all’uso dei condizionatori e dei sistemi di riscaldamento.

Energia solare per produrre energia in casa

I costi per allestire un impianto fotovoltaico domestico vengono ammortizzati nel breve tempo. Se avete poco spazio a disposizione (solo il tetto!) potete farvi un’idea di quanto costa un impianto fotovoltaico di ultima generazione e ad alta efficienza energetica leggendo l’articolo quanto costa un tetto fotovoltaico

L’energia elettrica prodotta in casa mediante un impianto fotovoltaico può essere destinata all’autoconsumo in autonomia:

si produce energia elettrica e la si usa per soddisfare il fabbisogno elettrico domestico. Il surplus energetico prodotto finisce in accumulatori, grosse batterie che forniranno elettricità alla casa nelle ore notturne o quando l’impianto non produce.

Si può usare la rete elettrica domestica come accumulatore:

si produce energia elettrica e la si usa per soddisfare il fabbisogno elettrico domestico. Il surplus energetico prodotto è immesso nella rete elettrica nazionale. Il gestore elettrico vi restituirà l’energia immessa nella rete ma non gratuitamente, facendovela pagare a una tariffa agevolata. In pratica da un lato il gestore elettrico compra l’energia quando il vostro impianto ne produce di più e dall’altro ve la rivende quando voi ne avete bisogno.

Si può usare per la sola vendita.

l’energia elettrica prodotta in casa può essere venduta completamente.

Per tutte le possibilità a vostra disposizione è disponibile l’articolo dedicato alla “Vendita dell’energia fotovoltaica“.

Energia eolica per produrre elettricità in casa

Chi abita in zone collinari e molto ventose, può progettare l’installazione di un impianto eolico sfruttando il micro eolico domestico. Se lo spazio a vostra disposizione è poco, dovrete accontentarvi di un piccolo generatore eolico da posizionare sul tetto per alimentare l’impianto di illuminazione del terrazzo, del giardino e del portone. Tenete presente la capacità di carico di balcone e terrazza: una turbina eolica dalla capacità di 1500 watt può pesare anche più di 90 kg! Prima di comprare qualsiasi turbina, calcolate se il vento che soffia nelle prossimità della vostra abitazione è abbastanza potente da mettere in azione il generatore. Per maggiori informazioni vi rimandiamo all’articolo dedicato all’eolico domestico: energia eolica sul balcone.

Energia idrica per produrre elettricità in casa

Se avete la fortuna di vivere in prossimità di un corso d’acqua, un fiume o un torrente e disponete dei permessi per l’installazione di una mini centrale idroelettrica, il gioco è fatto! Il piccolo idroelettrico o il mini-idoelettrico sono due realtà ancora poco sfruttate nel nostro paese. Per tutte le informazioni su queste fonti di energia pulita vi rimandiamo alle pagine:

Ti potrebbe interessare anche +

Pubblicato da Anna De Simone il 3 agosto 2016