Curiosità animali in un libro sull’ignoranza

Curiosita Animali

Curiosità animali per sfamare la curiosità animale che c’è in ognuno di noi. Ce se sono da fare indigestione in questo frizzante e originale libro di John Mitchinson e John Lloyd: «Il libro dell’ignoranza sugli animali» (Einaudi).

Si tratta di un vero e proprio compendio di curiosità animali, accompagnate dai disegni e dalle vignette dell’illustratore americano Ted Dewan che, curioso e irriverente tanto quanto chi ha scritto il testo, ha reso ancora più originale, se mai fosse stato possibile, il contenuto del libro.
Curiosità animali sul sesso, e si scopre che l’istrice è l’unico roditore a farlo anche quando non è possibile concepire. O che i rapporti sessuali delle pulci durano tre ore. O che i pinguini maschi pagano in pietre le femmine in cambio di favori sessuali, ad esempio.




Curiosità animali sulla famiglia che nelle iene è di tipo matriarcale come anche nei gibboni mentre padroni di veri e propri harem sono gli elefanti marini. Quanto a fedeltà, un esempio per tutti lo sono gli albatros: Lloyd e Mitchinson giurano che quando il lui sceglie una compagna è per la vita.
Curiosità animali sull’alimentazione e sulle abitudini di sonno, curiosità animali sulle malattie o sulle sembianze particolari assunte in caso di pericolo. Tutto con la massima chiarezza e soprattutto massimo rispetto del rigore scientifico.

Pur prendendo spunto dai bestiari medioevali, infatti,i due autori sorridono rileggendoli ma per le proprie curiosità animali scelgono di lasciare da parte la fantasia e le credenze popolari, dedicandosi al puro culto della zoologia. Poi, se sono tanto bravi da renderla divertente e coinvolgente con le tante curiosità animali strambe, tutto merito loro. E un po’ anche di questo mondo animale che supera ogni fantasia. Basta leggere che l’onisco delle cantine beve dal sedere, gli scorpioni sono fosforescenti al buio e le bisce per allontanare gli estranei simulano addirittura crisi di vomito e svenimenti. E poi è anche un libro irriverente, questa summa di curiosità animali scritta a 4 mani e tradotta dalla brava Alessandra Montrucchio. Infatti non si vergogna a smentire luoghi comuni ormai ben radicati, sostenendo che i pipistrelli – altro che sporchi – si lavano per un’ora tutti i giorni, e che le oche non sono stupide, sono intelligenti e sensibili ed empatiche, tanto che se una di loro muore, il compagno smette di mangiare e starnazza addolorato per mesi e mesi di lutto.
Uno dei due autori, Lloyd, e forse questo in parte spiega l’originalità e il brio del libro, è autore e produttore per radio e Tv e tra i suoi programmi anche QI, che sta per quoziente intellettivo ma anche per “Quite Interesting”. Appunto.

Il libro dell’ignoranza sugli animali di John Lloyd (Autore), John Mitchinson (Autore), A. Montrucchio (Traduttore)

Se vi è piaciuta questa intervista continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi! 

Pubblicato da Marta Abbà il 16 agosto 2014