Curare l’orto in modo naturale

curare orto in modo naturale

Curare l’orto in modo naturale: una guida pratica alla cura naturale delle piante, per evitare pesticidi e ogni sorta di prodotti chimici. Dagli insetticidi naturali agli antimicotici a base di erbe, ecco tutti i rimedi naturali per la cura dell’orto.

Sono molti i rimedi naturali per l’orto biologico. In questa pagina elencheremo una serie di rimedi naturali per curare l’orto dai più comuni malanni. Tantissime cure naturali anche insospettate: lo sapevate che il bicarbonato di sodio è ottimo contro diverse malattie dell’orto? Ecco… iniziamo proprio da questo!

Curare l’orto in modo naturale

Ricordate che prevenire è meglio che curare e nell’orto questo proverbio è ancora più valido. Quando si presentano i parassiti siamo costretti a intervenire in modo molto drastico e talvolta anche a sacrificare il raccolto.

Grazie ai trattamenti preventivi e alla corretta manutenzione (diserbo, raschiatura, concimazione, buon arieggiamento…) possiamo ottenere un orto sano e soprattutto con zero pesticidi. Ecco come curare l’orto in modo naturale.

Bicarbonato di sodio

Questa polvere finissima e bianca è ben nota in cucina. Usiamo il bicarbonato contro il bruciore di stomaco, per pulire l’argento, per l’igiene personale e… per la cura naturale delle piante.

Il bicarbonato di sodio può essere utile per contrastare e prevenire malattie fungine molto comuni come l’oidio e la peronospora.

Come usare questo rimedio per l’orto? Diluite il bicarbonato in acqua, agitate, trasferite in un spruzzino e irrorate sulle piante da trattare. 100 grammi di prodotto bastano per 10 litri d’acqua. Si usa per scopo preventivo o per contenere infestazioni ai primi sintomi.

Propoli

La tintura idroalcolica fai da te a base di propoli si può usare per contrastare peronospora, oidio, bolla del pesco e altre malattie parassitarie. Per tutte le info sulle proprietà del propoli e come preparare la tintura idroalcolica vi invitamo a visitare la pagina: proproli per la cura delle piante.

Vermiculite

Estratta da giacimenti minerali e per questo è chiamata anche polvere di roccia. Non serve a contrastare la malattie ma a rendere la pianta più forte e resistente. Aumenta la ritenzione idrica del terreno e migliora le difese della pianta. Questo prodotto si aggiunge al terriccio per migliorare la radicazione delle piante. Ottimo anche per le talee e per il rinvaso di agrumi e piante ornamentali.

Macerato di ortica

Si prepara con un chilo di ortica fresca messo a macerare per 24 ore in 10 litri di acqua, da mescolare ogni tanto. La soluzione ottenuta si può irrorare direttamente sulle piante e funziona sia come trattamento preventivo contro diverse malattie fungine, sia come fertilizzante naturale.

Lupino macinato

E’ un concime organico efficace e potente. In genere le dosi consigliate prevedono di distribuire, in modo uniforme, dagli 80 ai 120 grammi di lupini macinati per ogni metro quadro di terreno. I dosaggi per i vasi si aggirano intorno ai 40 – 60 grammi di lupini macinati da somministrare nei contenitori dal diametro di 30 – 50 cm. Per info su proprietà e dove trovarlo vi rimandiamo alla pagina dedicata: lupino macinato.

Aglio

L’aglio è un ottimo rimedio naturale per la cura dell’orto. Tutte le informazioni per usare l’aglio per proteggere l’orto dia parassiti sono disponibili nell’articolo dedicato all’aglio come antiparassitario.

Piretro

Il piretro è un insetticida ammesso in agricoltura biologica tuttavia consigliamo di usarlo con cautela perché il suo effetto è ad ampio spettro. In commercio esistono diversi insetticidi a base di piretro, possono essere acquistati sotto forma di polvere o di pratico spray liquido.

L’insetticida a base di piretro si trova facilmente presso garden center specializzati o può essere acquistato con la compravendita online: una confezione di Vitax spray – insetticida naturale a base di Piretro, da 750 ml, è proposta su Amazon al prezzo di 13,76 euro e risulta efficace per eliminare pidocchi delle piante, bruchi, formiche, cimici verdi e altri insetti dell’orto, parassiti e non.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 febbraio 2017