Cromo: proprietà e benefici

Cromo

Il cromo contenuto in alcuni alimenti che andremo presto a vedere, fa bene, ci sono anche degli integratori di cromo molto potenti e che portano dei benefici al nostro organismo, ma dobbiamo ricordarci di fare un passaggio con il nostro medico di famiglia prima di “integrare” assumendolo tramite farmaci, ad esempio, perché non è detto che sia sempre il minerale che fa per noi.



Cromo

Si tratta di un metallo, lucido, di colore grigio-argento e molto duro. Qui ne parliamo in termini di sale minerale, uno di quelli più preziosi per la nostra salute, presto ne vedremo i motivi, Quando assumiamo del cromo, attraverso un alimento o un integratore, esso viene assorbito e poi trasportato dall’albumina e dalla transferrina. Per quanto riguarda la sua eliminazione, essa avviene per via renale e in parte attraverso il sudore, la bile e i capelli.

Cromo esavalente

Quando parliamo di esavalente, le cose iniziato a cambiare. Questo tipo di cromo è utilizzato a livello industriale, ad esempio per la realizzazione di vernici o leghe inossidabili, può diventare tossico per le persone. Si tratta di cromo legato ad altri composti che, proprio per questo, assume la formula chimica “esavalente”. Le conseguenze sono piuttosto brutte, In presenza di C esavalente possono verificarsi dermatiti, ulcere a livello cutaneo, sanguinamento del naso e problemi respiratori, deficit del sistema immunitario, danni al fegato e persino tumore ai bronchi. Sentirete parlare forse anche del trivalente, non confondiamoci perché di questo non abbiamo nulla da temere.

Cromo: simbolo

Il cromo è l’elemento chimico di numero atomico 24. Il suo simbolo è Cr.

Cromo: benefici

Vediamo finalmente perché il cromo è un sale minerale prezioso. Innanzitutto ha il compito di regola l’insulina che è come molti sanno un ormone fondamentale del nostro organismo a cui sono deputate una serie di funzioni tra cui un certo tipo di influenza sul controllo dei grassi e del glucosio. In un certo senso possiamo quindi dire che il cromo è coinvolto indirettamente nel riduzione dell’insulino-resistenza. Può anche abbassare la glicemia e il colesterolo.

Cromo: benefici

Spesso si dice anche che il cromo faccia dimagrire. Non è così immediata la cosa ma non è del tutto falso affermare ciò. Questo sale minerale agisce in modo diretto sul metabolismo quindi può aiutarci a dimagrire. Allo stesso tempo esso ha la possibilità di rinforzare la massa muscolare e di ridurre la massa grassa, anche aiutando a bruciare le calorie. Tutto ciò ci porta a dire che siamo di fronte ad un valido alleato per quelle persone che desiderano dimagrire oppure tenersi in forma se già lo sono.

Troviamo il cromo anche sulla tavola di chi soffre di sindrome metabolica e dislipidemia per simili motivi e anche su quella delle donne che sono in menopausa. In questo caso viene spesso consigliato come sale minerale perché i suoi livelli si riducono con l’avanzare dell’età, tutt’al più ne può giovare il metabolismo e la prevenzione per il diabete.

Cromo: integratore

Il cromo non è assente in natura e lo troviamo in vari alimenti tra quelli che possiamo mangiare nel quotidiano, può però essere d’aiuto ogni tanto un integratore. Dipende anche quanto ne abbiamo bisogno e questa è una valutazione che può fare il medico, non noi. Iniziamo a vedere in che alimenti c’è il cromo: carne, formaggi, nocciole, tuorlo d’uovo, lievito di birra, funghi, cereali integrali e pepe.

Cromo: integratore

E’ presente anche in molte verdure, come broccoli, asparagi, barbabietola, nei frutti di mare, nelle patate, timo, prugne, birra e cipolla. Visto che solo una minima parte di questo micronutriente viene assimilata attraverso l’alimentazione, spesso è necessario ricorrere agli integratori, ce ne sono diversi in commercio e si trovano in farmacia senza alcun problema. Meglio informarsi, sui propri livelli di cromo, perché in condizione di insufficienza si andrebbe incontro ad una forte intolleranza al glucosio resistente all’insulina. Altre problematiche che potrebbero emergere sono l’ipercolesterolemia e l’aterosclerosi.

I sintomi della carenza di cromo? La sensazione continua di stanchezza e affaticamento, una perdita di peso o un accumulo improvviso, alti livelli di stress e inaspettate alterazioni dell’umore.

Cromo: quando mi sveglio

Venduto generalmente sotto forma di compresse o di fiale questo minerale può essere assunto una al giorno, al mattino, ricordando che in caso di diabete, ipoglicemia e per le donne in stato di gravidanza è vietata l’assunzione. Le dosi consigliate variano con l’età, oltre i 7 anni, per adolescenti e adulti: da 0,05 a 0,20 mg.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 10 novembre 2018