Corniolo, proprietà e rimedi naturali

come coltivare il corniolo

Corniolo, proprietà e rimedi per sfruttare al meglio la pianta. Dal liquore ai decotti, informazioni su legno, fiore e frutto. 

Le corniole, frutti della specie Cornus mas, sono ricche di vitamina C e sostanze antiossidanti. La specie Cornus mas, comunemente nota come corniolo, oggi è molto sottovalutata ma i nostri antenati l’apprezzavano molto e ne sfruttavano i frutti per preparare liquori, marmellate, grappe e rimedi naturali.

Corniolo, fiore e frutto

Iniziamo dalla fioritura.
Il corniolo fiorisce, nel nostro paese, da marzo a aprile, i fiori gialli si aprono a ombrello e portano alla formazione di bellissimi frutti che somigliano a piccole ciliegie oblunghe. I cornioli possono essere di colore rosso corallo o, più raramente, gialli.

I piccoli frutti del corniolo sono impiegati per la preparazione di succhi di frutta, per marmellate e per estratti da impiegare per aromatizzare alcuni tipi di alcolici come, per esempio, la grappa aromatizzata al corniolo o il liquore di corniolo. Di solito, i prodotti a base di corniolo, e lo stesso frutto, hanno costi relativamente alti.

cornioli si possono consumare anche crudi ma più che raccoglierli bisognerà aspettare che cadano dallo stelo in seguito a un leggero tocco o soffiati via dal vento.

Il frutto del corniolo è una drupa (frutto carnoso) con la forma di un piccolo uovo allungato. Il sapore è acidulo ed è per questo che le marmellate di corniolo sono usate per accompagnare bolliti di carne. Al centro del frutto è presente un seme osseo.

Legno di corniolo

La scrittrice J.K. Rowling, famosa per essere l’autrice della saga di Harry Potter, ha indicato il corniolo nel sito di Pottermore; questa citazione è dettata dalle particolari proprietà del legno di corniolo che, stando all’autrice di Harry Potter, potrebbe essere impiegato per la fabbricazione di una bacchetta magica. L’autrice associa il legno di corniolo alle persone allegre e scherzose.

corniole

Il legno di corniolo è bruno – chiaro nelle parti interne mentre la corte è rossastra. Molti esperti lo descrivono come il legno più duro e compatto d’Europa. Gli esperti artigiani del legno apprezzano il corniolo non solo per la durezza, anche per la sua lucentezza che riesce a restituire prodotti finiti naturalmente brillanti, lisci e quasi setosi!

Proprietà del corniolo 

Le proprietà terapeutiche del corniolo non sono da associare al solo frutto. Di questa pianta è possibile sfruttare le virtù di diverse parti. Vi basterà pensare che la comunità Serbo- Ortodossa considera il corniolo una pianta sacra: il detto popolare serbo “Zdrav kao dren” significa letteralmente “Sano come il corniolo“.

Non è difficile da crederci dato che le proprietà del corniolo sono conosciute fin dall’antichità, inoltre la pianta ha origini asiatiche.

Nella corteccia sono presenti sostanze tanniniche, mucillagini, zuccheri e acido malico. Anche i frutti sono ricchi di proprietà benefiche, della pianta sono i componenti con una maggiore percentuale di mucillagini.

In particolare, il corniolo è popolare per le sue proprietà antidiarroiche, astringenti e febbrifughe.

Le proprietà della corteccia del corniolo

Gli estratti della corteccia di corniolo sono impiegati per curare in modo naturale gli stati febbrili. Un decotto utile come astringente intestinale e come febbrifugo a base di corniolo si prepara mettendo 2 grammi di corteccia essiccata e sminuzzata in una tazza d’acqua.

Il decotto si prepara facendo bollire l’acqua per 10 minuti e lasciando riposare la corteccia fino a raffreddamento. Filtrate bene il decotto. Gli esperti consigliano di berne tre tazze al giorno.

Le proprietà dei frutti del corniolo

I frutti, così come la corteggia, possiedono proprietà astringenti e si possono mangiare freschi o in marmellata. Chi preferisce sfruttare le proprietà del corniolo mediante infusi e decotti, anche in questo caso, è possibile preparare un decotto da bere durante la giornata.

Il decotto si prepara mettendo in infusione 5 grammi di bacche per ogni tazza d’acqua bollente. Fate bollire per alcuni minuti e sorseggiate leggermente durante la giornata, pochi sorsi per volta.

Attenzione!
Non sottovalutate il potere dei rimedi naturali. Le piante sono ricche di principi attivi, prima di preparare qualsiasi rimedio fai da te, consultate il vostro medico.

Corniolo, proprietà benefiche per uso esterno

Un decotto preparato con frutti, foglie e cortecce, può essere usato per la cura della pelle. Abbiamo già citato le proprietà astringenti di questa pianta e, in aggiunta, sembrerebbe utile a eliminare le impurità della pelle, ridurre l’effetto della pelle secca e attenuare le rughe, soprattutto se usato per la preparazione di impacchi, fanghi e maschere a base di argilla.

Liquore di corniolo

Perfetto da servire a fine pasto: aiuta a digerire e ha un sapore audace, dolce e amaro proprio come i suoi frutto.

La ricetta è semplice. Per preparare il liquore di corniolo o “liquore alle corniole” (riferendoci ai frutti), avete bisogno di:

  • 1 kg di corniole
  • 500 g di zucchero
  • 1 lt di alcol alimentare di qualità

Raccogliete i frutti a maturità ma quando sono ancora compatti, lavateli bene e lasciateli asciugare. Trasferiteli in un contenitore di vetro coperti dall’alcol. Aggiungete lo zucchero e mantenete questo contenitore in un luogo buio per circa 40 giorni. Dopo l’attesa, filtrate accuratamente, lasciate stabilizzare per qualche settimana e poi potrete finalmente gustarlo.

Grappa di corniole

Le corniole si possono usare per aromatizzare la grappa. Preparare una grappa alle corniole è facile. Raccogliete i frutti a maturità ma quando sono ancora compatti. Lasciateli in infusione in una soluzione data da grappa e zucchero, lasciate riposare per 3 settimane, filtrate e servite. Per rendere meno alcolica questa grappa potete aggiungere dell’acqua.

 

 

Pubblicato da Anna De Simone il 15 ottobre 2017