Come risparmiare sulla bolletta del gas

come-parmiare-sulla-bolletta-del-gas

Tutti gli accorgimenti su come risparmiare sulla bolletta del gas, individuando la tariffa più indicata al vostro profilo di consumo, valutando anche le offerte sul gas a prezzo bloccato.

La prima cosa da fare per risparmiare sulla bolletta del gas è quella di studiare con attenzione il proprio profilo di consumo. Basta rispondere a poche domande:

  • quante persone vivono in casa?
  • di che dimensioni è l’abitazione?
  • per quali scopi si usa il gas?
  • in quale città si trova l’edificio?

Bisogna sapere che cambiare fornitore di gas ed eventualmente di energia elettrica è possibile, e se la spesa è troppo alta questo è il primo consiglio. Sul nostro comparatore di tariffe sono messe a confronto tutte le offerte, congiunte o singole, con risparmi che non di rado, grazie a una particolare promozione, possono essere anche di centinaia di euro.

Una buona idea potrebbe essere quella di valutare la sottoscrizione di un’offerta con il prezzo della Componente Energia bloccato per uno o due anni: in questo modo ci si mette al riparo dalle variazioni del mercato dell’energia, che possono incidere sulla bolletta con una percentuale superiore al 50%.

Il mercato del gas naturale è mondiale e anche i conflitti internazionali, come il deteriorarsi dei rapporti tra Ucraina e Russia, dove passano i maggiori oleodotti diretti verso l’Europa centrale e occidentale, possono causare un aumento del prezzo del gas: con le offerte a prezzo bloccato non si hanno sorprese.

Esistono poi alcune promozioni – come ad esempio energia 3.0 di GDF SUEZ Energie – che limitano l’impatto dei maxi-conguagli: i conguagli finali infatti vengono ripartiti sui dodici mesi successivi con quote uguali, così da non obbligare gli utenti a un esborso rilevante.

Come risparmiare sulla bolletta del gas: le buone pratiche

Per risparmiare sulla bolletta del gas e dell’energia elettrica è sempre buona norma adottare comportamenti e buone pratiche in grado di migliorare l’efficienza energetica. Ad esempio è utile aumentare l’isolamento termico della casa, con i doppi vetri o il cappotto termico, approfittando anche delle detrazioni fiscali e dei finanziamenti agevolati che molto spesso accompagnano queste operazioni.

In un’abitazione con un buon isolamento termico i termosifoni possono funzionare a una temperatura più bassa aumentando il comfort complessivo. È inoltre consigliabile non tenere acceso il riscaldamento di notte e non esagerare durante il giorno (un solo grado in meno consente di risparmiare circa il 6%).

Anche in cucina si può limare qualcosa: ad esempio usando più spesso il coperchio su pentole e padelle, lasciando completare la cottura a fuoco spento o utilizzando più spesso la pentola a pressione.

Un sunto completo delle buone pratiche lo trovate nel nostro articolo: Come risparmiare sul gas.

Altri nostri articoli che potrebbe interessarti: Come si legge il contatore del gas.

Pubblicato da Michele Ciceri il 5 luglio 2014