Come migliorare isolamento termico

isolamento-termico-casa

Inutili dispersioni termiche finiscono inevitabilmente per aggravare la voce dei costi di riscaldamento, ecco perché è importante capire come migliorare isolamento termico! Per migliorare le prestazioni energetiche del proprio appartamento, é possibile intervenire con dei sistemi di isolamento termico ad hoc e massimizzare l’efficienza dei sistemi di riscaldamento preesistenti.



Come migliorare l’isolamento termico, il cappotto termico
Tra i sistemi di isolamento termico più utilizzati e collaudati ormai da anni troviamo il cappotto termico, che consiste nel rivestire uno strato di elementi isolanti la parte esterna dei volumi edilizi prima di completarne le finiture. In questo modo otterremo un isolamento termico di qualità, che ci consente di ridurre i consumi, a volte fino all’80%: risparmieremo in denaro e ridurremo anche le emissioni inquinanti in atmosfera.

Il cappotto termico, e in generale la coibentazione dell’edificio, consente di ottenere un ottimo punteggio nella scheda della valutazione dell’efficienza energetica dell’edificio; migliorando la classe energetica aumenterà anche il valore economico dell’intero fabbricato. Altro fattore di rilevanza economica è da imputare all’ecobonus e alla possibilità di detrarre le spese di ristrutturazione e di miglioramento energetico al momento della dichiarazione dei redditi.

Come migliorare l’isolamento termico, i materiali
In commercio ci sono tanti sistemi di riduzione delle dispersioni termiche; si può scegliere di creare isolamento in un ambiente, intervenendo su di una parete, ma anche intervenendo su di un solaio.
La scelta migliore sarebbe quella di acquistare un prodotto che oltre a svolgere la sua funzione di isolante termico con alte prestazioni, sia in grado di ridurre anche eventuali effetti nocivi all’ambiente. Sono molti i materiali della bio edilizia in grado di garantire un ottimo isolamento termico e un buon rendimento del sistema di riscaldamento domestico. Per citarne qualcuno segnaliamo il polistirene espanso. il polistirene espanso viene composto in una struttura a “sandwich” dove i pannelli di ESP o XPS (polistirene espanso sintetizzato o estruso) vanno a formare dei doppi strati di isolanti. Il cappotto termico può essere realizzato con derivati dal petrolio (come nel caso del polistirene espanso) o con materiali naturali (perlite, lana di pecora, fibra di mais, pomice, sughero, fibroceramica, vetro cellulare…).

Pubblicato da Anna De Simone il 17 gennaio 2014