Come proteggere l’orto dalle nutrie

Come proteggere orto dalle nutrie

Come tenere lontane le nutrie dall’orto: repellenti, trappole e strategie per allontanare le nutrie dall’orto. Come catturare le nutrie e soprattutto come proteggere l’orto dalle nutrie.

In questa pagina vedremo come allontanare le nutrie al fine di proteggere le proprie coltivazioni. Al fine di conoscere se vi sono provvedimenti messi in atto da enti e province della vostra località, per limitare i danni causati dalle nutrie, vi consigliamo di rivolgervi all’ufficio tecnico dell’amministrazione del vostro comune di residenza.

Come proteggere l’orto dalle nutrie

Le nutrie sono dei mammiferi roditori originari del Sud America, ma da tempo presenti anche nelle nostre campagne. Ghiotte di piante acquatiche, di radici, di tuberi e… di molto altro, così come le “parenti” talpe sono in grado di scavare tane, cunicoli e rifugi sotterranei che possono utilizzare per spostarsi in sicurezza.

Fin qui, tutto bene. Il problema nasce nel momento in cui le nutrie prenderanno di mira il vostro orto, rovinando – loro malgrado – il terreno che avete amorevolmente curato nel corso degli anni. Probabilmente, i primi segnali saranno determinati dalla presenza di forti di varia dimensione, da segni nei vostri ortaggi e da un movimento anomalo della terra. Che cosa fare allora? Come è possibile allontanare questi animali senza causar loro del male?

Come allontanare le nutrie in modo naturale

Fermo restando che avere le nutrie nel proprio orto può essere molto dannoso per le coltivazione, dobbiamo cercare di capire che cosa si possa fare per allontanarle in maniera efficace ma senza pregiudizi per nessuno.

Per vostra fortuna, allontanare le nutrie dal proprio orto senza far loro del male non è affatto difficile, ma vi richiederà comunque qualche piccolo accorgimento per far sì che i vostri tentativi non vadano a vuoto. A volte infatti anche le migliori intenzioni sull’allontanamento delle nutrie finiscono con lo scontrarsi con errori particolarmente evidenti nella loro gestione, figli del fatto che non si ha una discreta conoscenza di questo animale, che per comportamento differisce da molti altri.

Innanzitutto, tenete in considerazione che le nutrie sono animali semi-acquatici e che proprio per questo motivo andranno alla ricerca di zone di vegetazione vicine a stagni e acquitrini. Se volete rendere un po’ meno ospitale il vostro orto, evitate di creare degli ambienti in cui siano presenti rigagnoli e bacini d’acqua.

Fatto ciò, abbiate cura di porre delle reti metalliche intorno al vostro orto. Attenzione, però: se non piantate le reti metalliche ad almeno 50-70 centimetri di profondità, questo sistema di protezione è totalmente inutile. Le nutrie sono infatti in grado di scavare e, dunque, porre delle recinzioni solo in superficie non costituirà un valido strumento anti-talpa.

Nutrie, repellenti naturali

Se quanto sopra non fosse sufficiente, potete attrezzarvi con dei repellenti naturali che vengono venduti nei migliori negozi, e che sono totalmente innocui per la salute delle nutrie. Il “segreto” di questi repellenti è semplicemente quello di utilizzare delle erbe e degli altri elementi naturali che siano sgraditi alle nutrie.

Come proteggere l’orto dalle nutrie

E se tutto ciò non dovesse bastare? Probabilmente, a questo punto non ci rimane che fare affidamento ai consigli dell’Ente nazionale per la protezione degli animali, che oltre a proporre delle reti anti-nutria, ci suggerisce dei rimedi più strutturali che però richiederanno il coinvolgimento di strutture veterinarie, come gli interventi di sterilizzazione sulle popolazioni che evidentemente vivono nelle vicinanze del vostro orto, o – ancora meglio – il ripristino degli habitat naturali.

Come catturare una nutria

Basta munirsi di esche attrattive (va bene anche una barbabietola!) e disporre la gabbia nelle zone in cui si trovano le nutrie. Per catturare una nutria dovreste usare delle gabbie abbastanza grandi e robuste: tenete presente che una nutria può raggiungere e superare i 10 kg di peso. Un adulto raggiunge una lunghezza media di circa 55 cm.

Nei fondi agricoli, è possibile eliminare la nutria con apposite esche o trappole, vi basterà acquistare gabbie abbastanza capienti ma anche molto più contenitive in quanto -se la molla non è abbastanza solida- le nutrie riescono a fuggire. Ecco un esempio di trappola professionale, che esca usare? Le nutrie vanno ghiotte per le barbabietole da zucchero ma anche per soia, ortaggi e cereali come riso, grano e mais.

Pubblicato da Anna De Simone il 15 febbraio 2018