Come gestire una serra

Come gestire una serra

Come gestire una serra: manuale per coltivare in serra, le osservazioni da fare per gestire al meglio la serra per prevenire malattie e massimizzare la resa delle coltivazioni.

Come gestire una serra

Temperatura, umidità, integrità dell’involucro, controllo delle malattie, monitoraggio degli ospiti indesiderati… questi sono solo alcuni degli aspetti da considerare quando si inizia a coltivare in serra. In questa pagina proverò a darti dei suggerimenti utili per gestire le coltivazioni in serra al fine di massimizzare i risultati ed evitare spiacevoli sorprese. Inizio dall’ABC: umidità nella serra e formazione della condensa. 

Umidità e condensa nella serra

Sia se si tratta di una serra fredda, sia quando parliamo di una serra riscaldata, è sempre consigliato eliminare la condensa.

Tieni presente questa regola: più nella serra farà caldo, più sarà elevato il tasso di umidità. Se hai una serra fredda, il problema della condensa e dell’umidità nella serra lo risolvi facilmente facendo, quotidianamente, arieggiare la serra nelle ore più calde del giorno. Se hai una serra riscaldata, oppure il passaggio dell’aria non basta ad asciugare la condensa nella serra perché magari abiti in zone molto umide, puoi usare strategie alternative.

Puoi utilizzare una spatola tira-acqua o una spatola per far gocciolare l’umidità presente sulla superficie interna della serra o semplicemente asciugarla con un panno. E’ importante non far cadere la condensa a terra! Puoi organizzarti con stracci da posizionare nei luoghi in cui si forma sempre la condensa e sostituire poi gli stracci con della stoffa asciutta.

Se noti della condensa sospetta, soffermati a osservare! Se a essere bagnato non è il terriccio ma la vegetazione, probabilmente la tua serra ha una perdita. Ispeziona la parte superiore della serra e ripara eventuali fori oppure, se la parte alta della serra raccoglie della condensa, anche in questo caso puoi usare uno straccio o spostare la pianta.

Tranquillo, non devi riorganizzare gli spazi, puoi semplicemente spostare la chioma della pianta colpita dal gocciolamento: con l’aiuto di nastro adesivo puoi spostare la chioma della pianta così il gocciolamento non colpirà più le foglie ma andrà dritto nel terriccio. Nella serra i punti di raccolta della condensa possono essere diversi e talvolta possono essere anche sulla margine superiore. Controlla i punti in cui si accumula l’umidità e la condensa nella serra così da intervenire in modo mirato.

Come pulire una serra

La serra in vetro o in plastica rigida, va lavata una volta al mese, magari usando un prodotto sanificante così da rendere l’ambiente più salubre e massimizzare l’esposizione alla luce. Anche per le serre con teli di plastica l’igiene non deve mancare, quando il telo è troppo opaco, se non riesci a pulirlo, valutane la sostituzione.

Quando inserisci una nuova pianta nella serra, cerca di usare vaso e terriccio sicuro e soprattutto assicurati che la pianta sia sana. Le piante sospette vanno tenute in isolamento: la serra è comoda ma è anche un ambiente chiuso, quindi le fitopatologie si diffondono facilmente.

Parassiti e cocciniglia nella serra

Se noti imbrunimenti (foglie marce, foglie maculate…) che interessano i tessuti vegetali, sposta immediatamente la pianta e, in base al patogeno rilevato, esegui un trattamento preventivo sulle piante nella serra.

Nella serra, tra i parassiti inarrestabili, figura la cocciniglia cotonosa. Anche in queso caso la pianta va isolata. Per recuperarla elimina il primo strato di terriccio, elimina le cocciniglie meccanicamente ed esegui un trattamento con olio minerale che interessi anche il vaso. Per tutte le informazioni: come eliminare la cocciniglia.

Topi e lumache nella serra

Anche la presenza di lumache nella serra può essere fastidiosa. Le lumache si possono allontanare con repellenti specifici così come spiegato nella pagina: come allontanare le lumache.

I topi arrivano nella serra a caccia di radici carnose. In questo caso, si può intervenire con trappole, senza impiegare alcun biocida che potrebbe essere dannoso anche per gli animali domestici.

Coltivare nella serra: piante con foglie gialle e marciumi

marciumi delle piante in serra sono generalmente legati all’eccesso di umidità e condensa, quindi ti consiglio di occuparti del problema “condensa nella serra” così come ti ho spiegato nel paragrafo precedente. Voglio però tranquillizzarti: i marciumi fogliari, che interessano la vegetazione aerea, sono una cosa normalissima con le coltivazioni in serra. Limitati ad asportare le parti marce e curare l’umidità.

Per quanto riguarda le foglie gialle, se qualche foglia ingiallisce tagliala. Il motivo? Se la foglia cade può dare vita a un incremento dell’umidità, della marcescenza e delle muffe. La muffa nella serra è davvero difficile da gestire ed eliminare, quindi meglio prevenirla intervenendo direttamente sulle cause (fogliame, trascuratezza, materiale vegetale in decomposizione, condensa…). Per risolvere il problema delle foglie gialle, ti invito a leggere la pagina: piante con foglie gialle.

Serra da riparare

Se la terra è bucata, presenta tagli o delle crepe sull’involucro (plastica rigida, vetro o telo), dovrai provvedere a un intervento di riparazione così come descritto nella guida Come riparare una serra.

Pubblicato da Anna De Simone il 15 marzo 2018