Come fare la pasta di sale

Come fare la pasta di sale

Come fare la pasta di sale: istruzioni per preparare la pasta di sale fai da te e come realizzare splendide forme. Consigli per grandi e piccini.



Ogni occasione è quella giusta per fare la pasta di sale. Se siamo sotto Natale, cosa ne dite di creare simpatiche decorazioni natalizie con la pasta di sale? Analogamente, a Pasqua è possibile creare una colomba o delle finte uova, un ramoscello di olivo con la pasta di sale… Ma a volerla dire tutta, non è necessaria una ricorrenza particolare per divertirsi a creare formine con la pasta di sale!

Con la pasta di sale si possono fare ornamenti e decorazioni d’ogni genere, spendendo quasi niente: basta reperire ingredienti casalinghi di facile accesso e che ogni casalinga ha sempre in casa!

Per realizzarla occorre farina, sale e acqua. I pezzi da realizzare vanno lavorati a mano poi cotti in forno o… sul termosifone! A tal proposito ecco come si fa la pasta di sale seguendo le nostre istruzioni passo per passo, ma prima, ecco altre informazioni utili.

Pasta di sale

La pasta di sale è un composto a base di acqua, sale e farina. Si utilizza per creare modellini e decorazioni di vario genere.

Come pitturare la pasta di sale

La pasta di sale si può pitturare sia prima che dopo la realizzazione di formelle. In genere, per una maggiore precisione, c’è chi preferisce colorarla dopo aver realizzato le formelle.

Per chi vuole preparare pasta di sale colorata dovrà aggiungere, all’impasto:

  • colori a tempera
  • coloranti alimentari

Chi, invece, vuole colorare la pasta di sale solo dopo aver realizzato la formella, potrà usare acquerelli, colori acrilici, tempere miste… Si possono usare anche tinture vegetali, in questo caso, il colore tenderà a schiarirsi nel tempo.

Come far durare nel tempo le sculture in pasta di sale

Le composizioni realizzate con la pasta di sale si possono conservare in ambienti secchi: l’umidità è la peggior nemica della pasta di sale.

pasta di sale fai da te

Per fissare bene il prodotto, potrebbe essere opportuno rifinire la preparazione con delle vernici trasparenti o vernici acriliche. La vernice “sigilla” la pasta di sale, così il prodotto durerà più a lungo.

Come conservare la pasta di sale

La pasta di sale, non ancora modellata, si conserva in sacchetti di plastica sigillati, posti in una pellicola di cellophane. Per conservare la pasta di sale morbida e impedire che questa possa indurirsi, è importante limitare il contatto con l’aria. Chi ha una macchina per il sottovuoto, può sfruttarla: il sottovuoto è il mezzo più efficace per conservare la pasta di sale morbida.

Come fare la pasta di sale

Per preparare l’impasto per la pasta di sale si dovrebbe usare una parte di sale fino, due parti di farina e una di acqua. Gli ingredienti di base sono:

  • 500 grammi di farina
  • 250 grammi di sale
  • 250 ml di acqua

Per avere una pasta di sale più omogenea e “sottile“, meglio “polverizzare” il sale. Come? Proprio come fareste per preparare dello zucchero a velo. Mettete il sale nel frullatore (mixer da cucina) e azionatelo. Otterrete della polvere di sale che si miscela in modo omogeneo.

pasta di sale

La pasta di sale fai da te realizzata con sale polverizzato è molto più malleabile. Il risultato finale deve essere una pasta malleabile ma non appiccicosa.

Pasta di sale fai da te

In caso di pasta di sale colorata, aggiungete il colorante alimentare nel mixer o nella fase preliminare dell’impasto.

  1. Versate in una terrina capiente la farina e il sale e mescolate
  2. Aggiungete successivamente l’acqua e impastate per circa 10 minuti in modo da formare una palla rigida di pasta: se l’impasto è appiccicoso o la palla si lascia andare a riposo, aggiungete altra farina. Se è troppo friabile, aggiungete un cucchiaio di acqua alla volta fino a quando otterrete la giusta consistenza.
  3. Dopo che avete per bene impastato la pasta, lasciatela per circa 24 ore.
  4. Ora la pasta di sale è pronta per essere modellata, potete dunque cimentarvi con la fantasia per creare tante simpatiche decorazioni
  5. Dopo aver modellato la pasta, lasciate asciugare la pasta per altre 24 ore in un posto asciutto e se possibile con sole battente
  6. Posizionate il vostro prodotto ornamentale in forno per 3-4 ore a temperatura di 100 °
  7. Togliete dal forno e lasciate riposare

Indicazioni e consigli utili

  • Se non usate tutta la pasta in una sola seduta, avvolgetela bene con della pellicola alimentare e riponetela in un contenitore sigillato poi mettetela in frigorifero per al massimo due giorni.
  • Potete aggiungere del colorante alimentare una volta che la pasta è stata impastata, basta aggiungere qualche goccia di colorante alimentare fino a raggiungere la tonalità prescelta.
  • Un mixer vi aiuterà a ottenere colorazioni più omogenee.
  • Se volete aggiungere del colore liquido e non avete un mixer, mescolatelo con l’acqua prima di aggiungerlo agli ingredienti secchi.

La pasta di sale fatta in casa, colorata con ingredienti naturali e di origine vegetale/alimentare, può dar vita a deliziose creazioni da portare in tavola. Nella foto in alto è mostrato un cestino per il pane realizzato con la pasta di sale fai da te.

Pubblicato da Anna De Simone il 18 Febbraio 2019