Come etichettare i prodotti alimentari

Quali sono le caratteristiche fondamentali delle etichette dei prodotti alimentari? Le corrette modalità di etichettatura dei prodotti agroalimentari sono una garanzia per i consumatori. In questo modo si può essere informati in maniera non ingannevole sulla natura e sulle caratteristiche merceologiche del prodotto che si acquista.

L’etichetta sul prodotto alimentare serve anche a tutelare i produttori da forme di concorrenza sleale da parte di altre aziende che riportano indicazioni non corrette e non corrispondenti alle caratteristiche degli alimenti che pongono in vendita. Per esempio, per i prodotti biologici, il logo Bio è divenuto obbligatorio e si mira a intensificare i controlli per accertare la trasparenza dell’etichetta.

La legislazione comunitaria e quella nazionale migliorano sempre più la normativa di riferimento in modo da realizzare un’etichettatura il più possibile trasparente e non ingannevole. Le norme comunitarie e nazionali vigenti in materia di etichettatura vengono riferite ad una vasta gamma di prodotti agroalimentari che vanno dall’olio di oliva, alla carne bovina e di pollame, ai prodotti lattiero caseari, alle uova, per finire con il miele, il cioccolato e da ultimo le piante officinali i cui utilizzi alimentari oltre che terapeutici, vanno sempre più diffondendosi.

Le etichette dei prodotti alimentari sono diverse a seconda del prodotto: alcune riportano molte indicazioni, altre pochissime. Le ragioni di questa differenza sono legate sia alle prescrizioni di legge, sia al tipo di confezione del prodotto.

I prodotti alimentari si distinguono i preconfezionati e preincartati. Mentre i primi sono confezionati direttamente dalle aziende produttrici, gli altri possono essere incartati direttamente all’interno del punto vendita (supermercato o negozio).
I prodotti preconfezionati devono riportare tutte le indicazioni su elencate; per i prodotti preincartati si possono escludere alcune informazioni, quali il luogo di origine, di produzione, la sede e gli indirizzi.

Come etichettare i prodotti alimentari. Caratteristiche dell’etichetta
Per la Comunità Europea l’etichetta di un prodotto alimentare deve rispecchiare le seguenti caratteristiche.

  • Comprensibile: leggibile e di facile comprensione per il consumatore.
  • Trasparente: vera e tale per cui possa confrontare più prodotti simili con gli stessi criteri, quindi indicazioni.
  • Pertinente: non devono essere indicate informazioni non coerenti con il prodotto e non devono indurre in inganno il consumatore.
  • Verificabile: soggetta a controlli da parte di pubblici ufficiali che verificano la veridicità dei dati riportati, sia rispetto alle indicazioni del produttore, sia alla legge.

Come etichettare un prodotto alimentare. Indicazioni obbligatorie
In base alla legge, le indicazioni in lingua italiana, da riportare sull’etichetta di un prodotto alimentare confezionato, sono le seguenti:

  • la denominazione di vendita
  • l’elenco degli ingredienti
  • la quantità netta o, nel caso di prodotti preconfezionati singolarmente, la quantità di ogni confezione
  • il termine minimo di conservazione o, nel caso di prodotti che si alterano in breve tempo, come i prodotti freschi, la data di scadenza
  • il nome o la ragione sociale (o il marchio depositato) e la sede del fabbricante o del confezionatore o di un venditore stabilito nella UE
  • la sede dello stabilimento di produzione o di confezionamento
  • il titolo alcolometrico volumico effettivo per le bevande che hanno un contenuto alcolico maggiore a 1,2% in volume
  • una dicitura che consenta di identificare il lotto di appartenenza del prodotto
  • le modalità di conservazione e di utilizzazione quando il prodotto alimentare richiede particolari accorgimenti: questo in funzione della natura del prodotto
  • le istruzioni per l’uso, quando necessario
  • il luogo di origine o di provenienza, quando, non mettendolo, si può ingannare l’acquirente sulle origine o sulla provenienza del prodotto
  • la quantità di taluni ingredienti o categorie di ingredienti che distinguono il prodotto alimentare da altri simili (caratterizzante).

I prodotti preconfezionati devono riportare tutte le indicazioni su elencate; per i prodotti preincartati si possono escludere alcune informazioni, quali il luogo di origine, di produzione, la sede e gli indirizzi.

Ti potrebbe interessare anche

Eccedenze alimentari recuperate con Thinkabout

Pubblicato da Anna De Simone il 26 luglio 2012