Come coltivare gli spinaci

coltivare spinaci

Come coltivare spinaci: istruzioni, passo dopo passo, per la coltivazione degli spinaci. Le varietà indicate al periodo e consigli per la raccolta.

Spinaci, proprietà

Gli spinaci sono molto apprezzati in cucina per le loro proprietà nutrizionali. Gli spinaci contengono vitamine A e C e in minore quantità, vitamine B, D, F, PP e K.

Gli spinaci apportano una modesta quantità di sali minerali quali rame, potassio, zinco, calcio e fosforo. Gli spinaci sono alleati della salute e si possono coltivare facilmente: non dovrete ricorrere a particolari pratiche colturali. Possono essere coltivati sia in primavera che in autunno ma vediamo nel dettaglio come coltivare gli spinaci.

Quando coltivare spinaci

Il periodo di semina cade in autunno o in primavera. Esistono, infatti, varietà primaverili e varietà invernali… Varietà precoci e varietà tardive. In pratica, la stagione degli spinaci va dall’autunno all’estate inoltrata.

In primavera, la semina viene effettuata in maniera scalare, ogni due settimane fino a maggio, così da raccogliere anche in estate.

Spinaci, periodo di raccolta

Il periodo di raccolta varia in funzione della semina che, a sua volta, varia in base alla zona climatica. In genere, il periodo di raccolta inizia due mesi dopo la semina: gli spinaci sono a rapido accrescimento!

Spinaci, varietà

Lo spinacio si può coltivare in primavera e in autunno perché la temperatura ideale di crescita è compresa tra i 10 – 15 °C ed è molto resistente al freddo. La sua resistenza al freddo fa si che a temperature di 7 °C riporta solo danni leggeri. Solo a temperature inferiori ai 5 °C la crescita si arresta.

Nell’avviare una coltivazione di spinaci bisogna tenere presente il periodo dell’anno e la zona climatica.

Molto apprezzata è la varietà Matador precoce primaverile. Presenta foglie grandi con bollosità media. Resiste bene al freddo.

Anche la varietà Gladiator è perfetta per la semina primaverile precoce. Presenta foglie scure molto bollose.

Per la semina autunnale è più adatta la varietà Butterfly, resistente al freddo. Per la sua resistenza, questa varietà di spinaci è consigliata per chi intende coltivare al Nord.

Anche lo spinacio Gigante d’Inverno resiste bene al freddo. Presenta foglie grandi e carnose.

Come coltivare gli spinaci

Ecco alcune istruzioni, in pillole, per la coltivazione degli spinaci.

  • Gli spinaci vanno coltivati con un terreno leggero o a medio impasto, con un ph compreso tra 6 e 7.
  • Prima della semina è necessario vangare il substrato eliminando le erbacce e smuovendo la terra.
  • Al momento della vangatura, i terreni argillosi vanno correnti interrando della sabbia.
  • Al momento della vangatura, i terreni poveri vanno arricchiti con letame ben maturo.
  • La coltivazione a file va fatta distanziando i solchi 30 cm l’uno dall’altro. La distanza tra le piante varia in funzione della varietà e deve essere pari all’altezza della pianta.
  • Le piantine germoglieranno dopo circa 2 settimane dalla semina.
  • Il raccolto si fa a scalare, in genere inizia 2 mesi dopo la semina.
  • Dopo la semina, il terreno non dovrà risultare un blocco compatto ma piuttosto leggero e morbido. Controllate solo che i semi non siano esposti all’aria.
  • I semi vanno ricoperti da uno strato di 1 cm di terreno.

Raccolta degli spinaci

Dopo circa due mesi dalla semina degli spinaci, sarà possibile beneficiare del primo raccolto. La raccolta degli spinaci si esegue recidendo il cespo a 2 cm dal terreno. In questo modo si avrà il “ricaccio della pianta” che potrà emettere nuove foglie. Eseguite una raccolta scalare, prendendo i cespi più grossi.

Consigli per la coltivazione degli spinaci

  • La sarchiatura del terreno è utile per la coltivazione degli spinaci. Sarchiate il suolo in modo da arieggiare il terreno e ostacolare la formazione di erbe infestanti.
  • Al momento della semina preferire una zona soleggiata.
  • Irrigare il terreno periodicamente senza esagerare, avendo cura di non lasciare mai il terreno completamente asciutto.
  • Evitate assolutamente i ristagni idrici, in quanto causano la proliferazione di muffe e funghi.

Consociazione degli spinaci nell’orto

Piantare gli spinaci accanto a patate, pomodori, cavoli, fagioli e ravanelli, mentre evitare di sistemarli accanto alle rape rosse.

Coltivare spinaci in vaso

Gli spinaci possono anche essere coltivati in terrazzo: basta mettere il vaso in un angolo soleggiato, avendo cura di diradare le piante in modo che tra una e l’altra ci sia uno spazio di circa 7 centimetri.

Coltivazione degli spinaci e Luna

Nel nostro orto o con la coltivazione in vaso, le piante vengono raccolte prima della maturità ma… se lasciate gli spinaci prosperare, le piante produrrebbero un fiore. Gli spinaci sono piante a sessi separati, solo i fiori femminili produrranno semi che, grazie al vento, si diffonderanno come saporite infestanti. Perché questa premessa? Per dirvi che gli spinaci, al contrario delle altre piante che si sviluppano sulla superficie del terreno, vanno coltivati con Luna calante proprio come si fa con patate e cipolle. Per tutte le informazioni su come capire quando la luna è calante o crescente, vi rimando alla pagina: luna e semina.

Pubblicato da Anna De Simone il 15 marzo 2017