Coltivare il melograno, tutte le indicazioni

Coltivare il melograno

Come coltivare il melograno: dall’acquisto della pianta alle cure da dedicare per la raccolte dei frutti. Potatura, irrigazione e concimazione.

Coltivare il melograno è un’attività doppiamente gratificante: da un lato l’utente avrà a disposizione frutti dalle sorprendenti proprietà e dall’altra arricchirà il giardino con una splendida pianta ornamentale. Il melograno è sia una pianta da frutto, sia una pianta dalla bella presenza! Per questo motivo, infatti, non mancano varietà di melograno nano coltivate per la fioritura con forma di allevamento ad alberello o addirittura con la tecnica del bonsai.

Il melograno produce buoni frutti ed è considerata una bellissima pianta ornamentale. Coltivare il melograno è possibile in tutta Italia anche se, chi abita al Centro-Sud potrà ottenere fioriture e raccolti più abbondanti.

In natura, il melograno ha un portamento arbustivo-cespuglioso ma nel giardino di casa può essere allevato ad alberello operando un’adeguata potatura. Vediamo subito tutte le indicazioni utili per avviare una coltivazione di melograno.

Come coltivare il melograno, le esigenze della pianta

Il melograno è una pianta tipica degli ambienti temperati, in Italia produce frutti in tutta la penisola ma soffre a temperature basse, smette di produrre frutti con temperature inferiori allo zero. Soffre molto intorno a -10 °C e muore a -20 °C.

Si adatta a diversi tipi di suolo ma preferisce quelli sciolti e profondi. Sopporta poco i ristagni idrici e tollera la siccità solo per brevi periodo. Per questo bisognerà irrigare il melograno ogni 8-10 giorni durante l’estate, queste irrigazioni influenzeranno la quantità e la qualità dei frutti prodotti in autunno.

E’ possibile coltivare melograno in vaso prestando maggiori attenzioni alla qualità del suolo e aumentando la frequenza delle irrigazioni estive. Per il resto, le cure da dedicare alla pianta di melograno, in vaso o in giardino, restano invariate.

Come e quando piantare il melograno

Quando operare la messa a dimora del melograno?
Il periodo migliore per piantare il melograno e iniziare la coltivazione varia in base all’andamento climatico.

  • Al Centro e al sud, si può piantare dall’autunno a fine inverno.
  • Al Settentrione, si può in primavera, dopo i freddi invernali.

1) Acquistate, in vivaio o su Amazon, piante in vaso con il pane di terra.
2) Aprite una buca un po’ più grande della zolla di terra avendo l’accortezza che il collo della pianta (punto di inserzione tra fusto e radici) mantenga la stessa altezza che aveva nel vaso.

Su Amazon sono molte le proposte di piante di melograno in vaso. Per tutte le informazioni sulle proposte d’acquisto vi invitiamo a vistare questa pagina Amazon.

Come potare il melograno

Nella coltivazione di ogni pianta, la potatura svolge un ruolo fondamentale. In questo paragrafo vedremo come attuare la potatura e quando potare il melograno.

Nei primi tre anni la pianta necessita solo di piccoli tagli per la formazione delle impalcature. In seguito saranno necessarie solo potature di contenimento.

Melograno, potatura ad alberello

Per la forma ad alberello bisognerà potare in inverno. Durante l’inverno vanno eliminati i polloni (rami che crescono al piede della pianta). Durante l’inverno vanno eliminati i succhioni (rami che crescono sul tronco, al di sotto dell’impalcatura di rami impostata).

Melograno, potatura a forma libera

Il melograno ha un andamento cespuglioso e la forma libera consente di massimizzare la produzione di frutti. La pianta appena messa a dimora viene spuntata a 15-20 cm da terra. Si mantengono solo le branche che formeranno i rami principali dei cespugli. L’operazione sarà principalmente di sfoltimento.

melograno in vaso coltivazione

Attenzione!
Nel potare il melograno ricordate che lo sviluppo di fiori e frutti avviene nella zona terminale dei rami, quindi questi non vanno eccessivamente accorciati, altrimenti si rischierà di sacrificare fiori e frutti.

Quando potare il melograno?

Il periodo ideale comprende i mesi di gennaio, febbraio e marzo.

Concimare il melograno 

Le piante possono beneficiare di concimazioni a base di azoto come il sangue di bue.

Melograno in vaso

Per la coltivazione del melograno in vaso valgono le stesse indicazioni viste in precedenza. Scegliete la varietà del melograno nano che generalmente non supera i 100 cm di altezza ed è più semplice da gestire. Posizionate il vaso in una zona soleggiata.

Proprietà del melograno

Il frutto si raccogliere tra settembre, ottobre e novembre. Le proprietà del melograno sono note fin dall’inizio dei tempi, infatti, fin dall’antichità questo particolare frutto era simbolo di abbondanza e longevità. Il melograno è annoverato nella lista degli alimenti anti-tumorali. Per altre info: Proprietà Melograno

Pubblicato da Anna De Simone il 1 ottobre 2017