Cina, l’eolico sorpassa il nucleare

Secondo quanto riportato dall’autorevole voce cinese del People’s Daily, è quella eolica la terza risorsa energetica del paese. La notizia ha incoraggiato molto il settore eolico cinese, tanto che i governi locali hanno accelerato l’approvazione di vari progetti in cantiere, così, l’Associazione Energetica Cinese (CWEA) stima che la capacità eolica del paese, salirà di ulteriori 18 gigawatt entro la fine del 2013.

L’energia eolica, in Cina, ha superato quella nucleare, diventando la terza risorsa energetica del Paese. Secondo gli esperti, la crescita del settore eolico, negli ultimi tempi, ha registrato un rallentamento ma nonostante questo, i risultati sono promettenti.

Il Governo cinese sta sollecitando l’utilizzo di energia rinnovabile, le fonti pulite consentono di abbattere le emissioni nocive e soprattutto, eliminare la dipendenza dai combustibili fossili. Sono ambiziosi gli obiettivi prefissati dalla Cina: la Cina, a fine 2012, contava una capacità produttiva dall’energia eolica, di 60,83 GW. Un incremento di ulteriori 18 GW è previsto per la fine del 2013 ma il traguardo più grosso è fissato per il 2015. L’obiettivo nazionale punta a raggiungere 100 GW di capacità installata entro i prossimi due anni.

Entro il 2015 la Cina punta a raggiungere una grossa produzione energetica anche dal settore fotovoltaico. L’energia solare dovrebbe fornire energia per 40 GW entro il 2015 e di 100 GW entro il 2020.  Gli investimenti nelle energie rinnovabili non mancano, per esempio, solo la provincia di Hunan, il 9 gennaio ha approvato tre progetti eolici per un investimento complessivo di 1,35 miliardi di yean, equivalenti a circa 160 milioni di euro.

Pubblicato da Anna De Simone il 31 gennaio 2013