Centrifughe, estrattori di succo o frullatori?

migliore centrifuga

Meglio le Centrifughe o gli Estrattori di succo a freddo?
Non potevamo esimerci da questa domanda che al giorno d’oggi sembra essere divenuto quasi un dubbio amletico.

I succhi ricavati con estrattore a freddo sembrerebbero essere più ricchi di micronutrienti e conservano una piccola percentuale delle fibre contenute nell’alimento di origine, tuttavia, per il consumatore finale non si tratta di un vantaggio tangibile perché non ha la possibilità di comparare la quantità di micronutrienti presenti in un centrifugato e in un estratto di succo vivo, inoltre molto dipende dal modello di estrattore di succo scelto, così come dal modello di centrifuga; è per questo motivo che elenchiamo solo i vantaggi tangibili offerti dall’estrattore di succo rispetto a una centrifuga:

  • l’estratto di succo è più stabile. Può essere conservato in frigo per 24-48 ore mentre il centrifugato deve essere consumato subito. In ogni caso, se vi interessano i micronutrienti, è sempre bene assumere il succo appena ottenute.
  • L’estrattore di succo è più indicato per le verdure, quindi consigliamo l’acquisto a chi preferisce i cosiddetti succhi verdi.
  • L’estrattore di succo consente di preparare in casa, e con facilità, latte di mandorle o latte di riso.
  • L’estrattore di succo produce meno sprechi alimentari.

Il nome centrifugato non fa altro che indicare l’estratto di succo di una centrifuga. La differenza tra centrifuga e estrattori di succhi sta nel loro meccanismo di funzionamento.  I movimenti meccanici di un estrattore di succo sono molto più efficienti, infatti gli scarti di frutta e verdura che troverete nel cestello sono ridotti. Un estrattore di succo ricava il succo con movimenti meccanici molto più lenti che non vanno a surriscaldare l’alimento in questione.

Negli USA si sta diffondendo un metodo ancora più innovativo che sembra abbracciare la coltura dei vecchi frullatori potenziandone le capacità. Parliamo dei blender, elettrodomestici che producono i cosiddetti smoothies e lo fanno a una velocità talmente elevata che l’alimento (frutta e verdura che sia) non ha il tempo di riscaldarsi.

Di solito i blender impiegano 3 – 5 secondi per produrre un frullato liscissimo che conserva tutte le proprietà nutrizionali di frutta e verdura, quindi non andrebbe a perdere neanche la preziosa componente fibrosa. Anche se molti blogger affermano che le fibre non sono nutrienti, è importante specificare che hanno un ruolo fondamentale nel nostro organismo, sono responsabili del senso di sazietà e inoltre favoriscono la regolare attività della flora batterica intestinale.

Vantaggi dei frullatori rispetto a centrifughe e estrattori di succo
Tra i vantaggi dei frullatori ad altissima velocità (tipo blender) poniamo in risalto proprio la possibilità di ingerire tutti i nutrienti offerti da frutta e verdura.

  • Il frullatore genera un succo di alimenti integrali quindi conserva tutte le fibre ed è più saziante.
  • Il blender è molto più facile da pulire perché è autopulente: per lavarlo vi basterà aggiungere acqua tiepida e 2 gocce di detersivo nel cilindro, azionare il motore e ritrovarsi con lame e vaso pulito.
  • Dal momento che riesce a liquefare il 100% del prodotto, non crea scarti alimentari.
  • Può essere utilizzato per produrre farina fatta in casa.
  • Può essere utilizzato per preparare zuppe.
  • Può essere utilizzato per preparare il gelato in casa.

Anche in questo caso, proprio come con gli estrattori, bisognerà aspettare che la tecnologia diventi di massa con una conseguente diminuzione dei prezzi. Un buon blender non si compra con meno di 500 euro.

Per ora, l’elettrodomestico più economico che ci offre succhi di frutta e verdura è la centrifuga. Meglio puntare a migliori centrifughe che offrono molti giri motore al minuto così da diminuire i tempi di esposizione al calore e soprattutto da produrre meno scarti e quindi ottenere un succo di migliore qualità. Nell’articolo intitolato “Centrifuga o estrattore di succo” vi abbiamo fornito i nomi dei prodotti migliori attualmente presenti in commercio.

Pubblicato da Anna De Simone il 2 aprile 2015