Centrifughe di frutta e verdura

Gustose, sane e dissetanti, le centrifughe di frutta e verdura sembrano riscuotere molto successo; almeno così la pensano adulti, sportivi, studenti e bambini che hanno inserito i centrifugati nella loro dieta.

 

 

 

In effetti, le centrifughe offrono un modo sano di mangiare frutta e verdura, alimenti che apportano all’organismo le vitamine, gli oligoelementi e i sali minerali necessari al nostro benessere.

Centrifughe di frutta e verdura, come combinare gli ingredienti

Per preparare un buon centrifugato possiamo combinare frutta e verdura sfruttando la loro valenza nutrizionale; in linea di massima non ci sono grosse controindicazioni. Gli ingredienti più comunemente impiegati per reperibilità e sapore sono le carote, il sedano, le rance, le fragole, le mele. Possiamo realizzare ottime centrifughe fresche anche con il carciofo, con il pomodoro,la zucca, il cetriolo, il finocchio. Possono sembrare combinazioni azzardate, ma se sapientemente dosate in un’unica centrifuga, possono fornire benefici salutari e rappresentare una quotidiana abitudine ai benessere.

Chi ha problemi renali deve evitare gli spinaci; chi ha problemi di gastrite deve evitare lo zenzero fresco dato che si tratta di un alimento ricco di oli essenziali che infiammano le pareti dello stomaco. In generale non devono mai mancare vegetali a foglie verdi in quanto ricche di clorofilla. In particolare: mela, carota e foglie verdi per disintossicarsi; ananas e finocchio per sgonfiare.

Centrifughe fresche, la dose consigliata

Uno o due bicchieri al massimo. Bere un centrifugato non significa mangiare frutta e verdura, dato che non vi è contenuto di fibre. Un sovradosaggio può dare problemi di meteorismo e gonfiore addominale.

Centrifughe di frutta e verdura, alcune raccomandazioni

Come per il consumo di ogni alimento anche quello dei centrifugati deve seguire alcune regole.

  • Attenzione all’apparecchio che acquistiamo: la coclea di un estrattore deve fare al massimo 60 giri al minuto, l’ideale è 30/40.
  • La bevanda va consumata subito, perché dopo i primi 10 minuti si mettono in atto processi di modificazione.
  • Preferire frutta e verdura biologica di stagione perché con un centrifugato si assumono più sostanze inquinanti.
  • Per consentire l’assunzione delle vitamine liposolubili (A, D, E, K) è preferibile aggiungere al centrifugato un goccio di qualsiasi tipo di olio.
  • Anche se si tratta di una bevanda salutare per l’organismo,  va consumata nelle giuste dosi e con le corrette modalità. Non si deve mai esagerare nelle dosi soprattutto se si soffre di diabete o iperglicemia.
  • Le centrifughe sono controindicate per chi soffre di candidosi dato che gli zuccheri nutrono i funghi che causano la patologia.
  • Non consumare la bevanda insieme ai pasti perché rallentano la digestione
  • Non preparare la bevanda con la frutta appena uscita dal frigo: non deve essere troppo fredda
  • Non bere la bevanda troppo in fretta perché può provocare indigestione.

Centrifugati o estratti: cosa scegliere?

Ciò che otteniamo da un estrattore è di qualità superiore rispetto a quella di una centrifuga. Il meccanismo dell’estrattore gira molto più lentamente: questo vuol dire minore ossidazione dei principi attivi degli ingredienti impiegati e una maggiore preservazione degli enzimi. Diversamente, la centrifuga tende a rovinare i principi attivi.

Le centrifughe Centripura

Come abbiamo avuto modo di constatare le centrifughe sono molto salutari ma hanno una pecca: la loro preparazione è complessa! Bisogna comprare la frutta e la verdura fresche poi lavarle, tagliarle e non sempre c’è il tempo o magari la voglia di farlo.

Chi non ama preparare le centrifughe con frutta e verdura fresca o vuole gustarsi i benefici di una centrifuga anche fuori casa, può ricorrere alla Centripura di Bios Line. Di cosa stiamo parlando? Si tratta di una linea di estratti integrali di frutta e verdura, in forma disidratata, ottenuti con tecnologie che mantengono inalterati il gusto e le proprietà nutrizionali degli ingredienti freschi.

Sono bevande pronte in un attimo: basta versare il contenuto di una bustina in un bicchiere d’acqua (circa 200 ml), mescolare e attendere che si reidratino per 2 minuti. Avremo la stessa fragranza e lo stesso sapore di una centrifuga fresca, assicurando al nostro organismo i microrganismi di cui necessita.

In quattro diverse ricette formulate e bilanciate per rispondere a specifiche esigenze di benessere. Per avere tutte le informazioni sul prodotto vi rimandiamo alla pagina ufficiale amazon: Centrifughe Centripura

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 1 febbraio 2017