Camelia, rinvaso e cura

camelia rinvaso

Camelia, rinvaso e cura: tutte le cure da dedicare alla coltivazione della Camelia in vaso. Come rinvasare la camelia. Potatura, concimazione e controllo delle malattie.

La Camelia japonica è una pianta molto apprezzata per le sue abbondanti fioriture. Appartiene alla famiglia delle Theacee e si adatta bene alla coltivazione in vaso, da collocare in giardino, sotto un porticato o in balcone, purché riparato e non esposto alla pioggia. La camelia preferisce posizioni a mezz’ombra.

Camelia, rinvaso:
quando travasare la camelia

Quando travasare la camelia? Il periodo migliore per il rinvaso della camelia coincide con l’autunno, quando la pianta si trova in pieno riposo vegetativo. Potete eseguire il rinvaso della camelia giapponese anche nel primo inverno, tuttavia, a causa del freddo intenso, sconsigliamo questa opzione. L’ideale sarebbe agire in ottobre, prima che le temperature si abbassino.

Il travaso va eseguito ogni due o tre anni, prima che la pianta emetta nuovi getti.

Camelia, rinvaso:
come rinvasare la camelia

Il travaso è un’operazione delicata da eseguire con molta attenzione per non rischiare di danneggiare l’apparato radicale. Ecco come procedere:

  1. Colletto
    Osservate la pianta e capite il punto esatto in cui il fusto si lascia coprire dalle radici. Il punto di connessione tra fusto e apparato radicale rappresenta il colletto della pianta.
  2. Estraete la pianta dal vaso
    Se avete difficoltà nell’estrarre la pianta dal vaso, per aiutarvi, impregnate la zolla d’acqua irrigando copiosamente.
  3. Aprite la zolla
    Eliminate il terreno non occupato dalle radici e aprite il pane di terreno che avvolge l’intero apparato radicale. Tale operazione è consigliata per evitare che le radici possano intrecciarsi eccessivamente.
  4. Preparate il fondo
    Predisponete, sul fondo del vaso, uno strato di materiale drenante come ghiaia o argilla espansa. Aggiungete 3 cm di terriccio specifico per piante acidofile, possibilmente mescolato con sabbia silicea rispettando le proporzioni 2:1, due parti di terriccio per ogni parte di sabbia.
  5. Rinvaso della camelia
    Adagiate la pianta e portate a livello con altro terriccio. E’ importante che il colletto sia allo stesso livello del vaso precedente. Pressate il terriccio superficiale e, nei giorni seguenti, aggiungete (se occorre) altro terriccio per riportare a livello.

Il vaso da usare per il trapianto, dovrà essere più grande di un terzo rispetto al contenitore precedente. Scegliete vasi in terracotta perché i vasi in plastica tendono a surriscaldarsi al sole.

Coltivare le camelie:
le cure da dedicare alla pianta

Per tutte le istruzioni su come coltivare le camelie e le cure da dedicare alla pianta, in vaso o in giardino, visitate la pagina dedicata: Coltivare la camelia

Proteggere la camelia dal freddo

In inverno, la camelia va protetta dal freddo, soprattutto al Nord. Per proteggere la camelia dal freddo, a novembre, coprite l’intera chioma con un telo protettivo e spostate il vaso in una posizione luminosa e riparata dal vento. Per evitare di far gelare terreno e radici, proteggete anche il vaso.

Come potare la camelia

La potatura della camelia si esegue in autunno, vi basterà potare eliminando i rami secchi o rovinati. Se la potatura vuole stimolare la fioritura con una produzione di fiori più grandi, asportate i boccioli più piccoli (solo se presenti in gran numero) e a distanza ravvicinata. Un’altra potatura si esegue in primavera: dopo la fioritura eliminate i fiori appassiti.

Camelia Japonica:
varietà da coltivare in vaso

Esistono diverse varietà della specie Camelia japonica, alcune di queste si prestano particolarmente bene alla coltivazione in vaso. In questo paragrafo vi suggeriamo le tre varietà di camelia da coltivare in vaso:

  • Dr Jean-Paul Anthoine – Camelia rossa
    questa camelia fiorisce da febbraio a inizio aprile, i suoi fiori sono di colore rosso intenso.
  • Alba Simplex – Camelia bianca
    questa camelia giapponese è apprezzata per il suo fiore semplice che sboccia tra febbraio e marzo, il fiore è di colore bianco candido.
  • Adolphe Audusson – Camelia resistente al freddo
    i fiori di questa varietà di camelia sono molto apprezzati per la durata, fioriscono e prosperano dai 10 ai 15 giorni. La fioritura avviene in febbraio. E’ una varietà molto rustica e resistente al freddo.
  • Tricolor de Siebold – Camelia dai fiori variegati
    questa varietà fiorisce tra febbraio e marzo, i suoi fiori sono bianchi variegati di rosso, semi-doppi.

Concimare la camelia in vaso

Le concimazioni sono fondamentali per tutte le piante in vaso ma… Attenzione! La camelia NON va concimata con fertilizzanti universali! Concimi non adatti possono danneggiare la camelia, causarne la caduta dei boccioli o la mancata fioritura. Se la camelia non fiorisce, prestate attenzione alla qualità del suolo, spesso si tratta di carenze. La camelia è una pianta acidofila, se in casa avete un concime per ortensie, rododendri o azalee, potete usarlo, ma non potete usare un concime universale.

Un buon concime per camelie si compra su Amazon al prezzo di 22,90 euro per un sacco da 5 kg. Vi consiglio l’acquisto di questo concime soprattutto se in estate irrigate le piante con acqua del rubinetto che tende ad aumentare il pH del terreno: il calcare si accumula nel terreno del vaso rendendo difficile, per la camelia in vaso, l’assorbimento di determinati nutrienti. Per tutte le informazioni sul prodotto citato vi rimando alla pagina Amazon Concime granulare con azione acidificante


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 7 ottobre 2016