Bici elettrica, perché sì?

La bici elettrica offre la comodità di una vettura e i vantaggi di una bicicletta. Le biciclette elettriche non sono ancora abbastanza diffuse e per questo vi proponiamo un articolo dedicato proprio a chi vuole approcciarsi al mondo della bici elettrica.

Perché è comoda come un auto? Si tratta di due veicoli completamente diversi ma pensati per lo stesso scopo, la mobilità. La bici elettrica non avrà uno schienale con sedili reclinabili ma vi consentirà di percorrere i vostri tragitti quotidiani con la medesima velocità. Considerando il traffico ciddanito, possedere una bici elettrica significa evitare code, non avere problemi di parcheggio o di zone a traffico limitato.

Non bisogna essere un amatore delle due ruote per uscire per acquistare una bici elettrica, molte persone non vanno in bicicletta perché non sono molto allenate, sono terrorizzate dall’idea di dover percorrere una salita o di arrivare a lavoro tutte sudate. La bici elettrica elimina questo problema perché la fatica può essere minima o addirittura inesistente proprio grazie alla sua peculiare caratteristica: la pedalata assistita.

La bici elettrica è il mezzo ideale per la primavera e l’estate. Spostarsi velocemente e fare commissioni in città senza la minima traccia di sudore. Con dei cestini o dei più capienti rimorchi, sarà possibile trasportare anche carichi pesanti come la spesa, il vostro telo mare, un cestino da picnic o con le ultime offerte sul mercato, anche un bambino.

Certo, al contrario dell’auto, le bici elettriche non sono dotate di riscaldamento o aria condizionata per i giorni freddi e caldi ma per riscaldarvi, in inverno, vi basterà evitare la pedalata assistita e pedalare un po’, sarà il movimento fisico a riscaldarvi. Le bici elettriche non sono per i più pigri! Semplicemente hanno un segmento di mercato più ampio e offrono diverse prospettive di guida, tra queste, quella più agiata della pedalata assistita.

Bici elettrica e leggi italiane:
le bici elettriche tradizionali, forniscono con pedalata assistita una performance di velocità massima pari a 25 km/h. Per questo motivo non vi è necessità alcuna di pagare bollo, tasse di possesso, assicurazione, tasse di circolazione… non è necessaria alcuna patente.
Il discorso cambia per le super e-bike, ovvero quelle bici elettriche che offrono prestazioni pari o addirittura superiori a quelle di uno scooter 50 cc!

Le bici elettriche, se escludiamo modelli più prestigiosi come l’eBike Smart, sono veicoli economici, accessibili più o meno a tutti. Costano quanto uno smartphone e hanno un’autonomia che varia in base alla batteria. Si ricaricano con la presa domestica o in apposite stazioni. Sono veicoli semplici che offrono agio, praticità e un grosso risparmio!

Pubblicato da Anna De Simone il 21 giugno 2012