In arrivo gli autobus elettrici

Il futuro dei trasporti prevede un grosso incremento di pullman elettrici, i cosiddetti e-bus dovrebbero diffondersi molto presto con un aumento del 26% annuo così da avere 75.000 bus elettrici attivi entro il 2018. La stima è del centro Pike Research che ci fornisce i dati.

Il mercato dei pullman elettrici da oggi fino al 2018 aumenterà con un tasso di crescita annuo pari al 26%. La vera sfida del settore è stata quella di rendere i bus elettrici più convenienti della concorrenza che vede pullman a biodiesel e bus a gpl o metano. La sfida è stata vinta dagli ebus grazei alla tecnologia dei motori ibridi.

Il risparmio del carburante è stato un ottimo aggancio per garantire la diffusione degli eBus. I pullman ibridi possono garantire risparmi energetici di circa il 40% e nei paesi industrializzati, è dura fare i conti con l’incalzante caro benzina. Così si prevede una sempre crescente domanda per gli ebus man mano che i costi diverranno sempre più competitivi.

La stima della Pike Research afferma che entro il 2018, nel globo, circoleranno oltre 75.000 bus elettrici. Le zona geografica più predisposta a tale cambiamento è l’Asia. Il mercato Asiatico con la zona del Pacifico, entro il 2018, disporrà di 15.000 ebus, il boom delle vendite avverrà proprio nel 2018.

I mercati non escludono l’Europa, qui le stime prevedono una diffusuone degli autobus elettrici con un tasso di crescita costante del 20%. Un altro mercato emergente è dato dall’America Latina, in particolar modo in Brasile e nella regione dell’Uruguay.

Pubblicato da Anna De Simone il 27 agosto 2012