Australian Terrier: carattere e allevamenti

australian terrier

Australian Terrier, un cane che a prima vista o ad occhio inesperto, può apparire uno Yorkshire ma che si può imparare a distinguere, conoscere e amare. Come il suo nome suggerisce, è una razza originaria dell’Australia e appartiene alla categoria dei Terrier, ha tutte le caratteristiche tipiche degli altri appartenenti alla stessa ma si sa far riconoscere, e in un modo tutto suo. In testa, ha un ciuffo particolare, d’autore, o da chaffeur, sarebbe meglio dire, color nocciola. E poi attorno al collo un cerchio di pelo gli gira intorno al collo come una morbida sciarpa elegante e non troppo voluminosa.



Australian Terrier: caratteristiche

Con i suoi 25 cm di altezza, al garrese, e i suoi massimo 7 Kg di peso totale, l’Australian Terrier non può che essere definito un cane di piccola taglia. Pur essendo basso, è comunque robusto e muscoloso, appare solido e tendenzialmente lungo rispetto alla media dei Terrier. Il corpo, dalle costole, al petto, fino alla parte più posteriore, è ben strutturato, il torace è profondo e abbastanza largo, la testa invece è più lunga che larga e dal cranio piatto spunta il ciuffo singolare che rende unico al mondo il nostro Australian Terrier.

Al termine dello stop leggero ma definito, compare un tartufo largo e sempre nero, le orecchie sono piccole ma dritte dritte e con l’attaccatura alta, sistemate a una certa distanza l’una dall’altra. Finiamo il nostro ritratto di razza con la coda che, attaccata alta, non può mai, secondo lo standard, essere ricurva sul dorso. Ciuffo a parte, il pelo dell’Australian Terrier è denso, ruvido e dritto, lungo circa 6 cm, un poco di più sul muso e sulla parte inferiore degli arti rispetto al resto del corpo.

C’è anche il sottopelo, ma in questo caso è corto e fitto, ottimo termicamente parlando. Troviamo esemplari di questa razza in vari colori: blu, blu acciaio, grigio blu con focature, il ciuffo può essere quindi blu, argento, color sabbia puro oppure anche rosso.

australian terrier

Australian Terrier: carattere

Tra tutti i terrier, l’Australian si distingue per il temperamento equilibrato e per l’estrema lealtà che dimostra all’uomo, è quindi il candidato della categoria per vincere il premio di miglior cane da compagnia. E’attivo, solido, vivace e ubbidiente, come tutti i suoi “concorrenti” ma nei fatti si mostra particolarmente adatto a stare in famiglie con bambini. Saranno proprio i più piccoli i suoi migliori amici visto che la sua vivacità è a volte esagerata e agli adulti può disturbare.

Non è mai maleducato, come cane, però, e porta una ventata di allegria ovunque passa.  In appartamento, anche grazie alle sue dimensioni, si muove senza dare fastidio e senza soffrire troppo di claustrofobia, se gli concediamo le passeggiate d’abitudine, anzi il clima domestico come temperatura, è da lui molto gradito anche se si adatta benissimo ad ogni ambiente. Perfino ai mezzi di trasporto perché ama viaggiare e, pur di esplorare nuove location, è disposto a fare il bravo in macchina.

australian terrier

Australian Terrier: allevamenti

Oggi in Italia, secondo il sito ufficiale di ENCI, non ci sono allevamenti certificati che si occupano di questa bella razza. Eppure ha una lunga tradizione, nella sua terra di origine: la fondazione del primo Club di razza risale al 1887 mentre nel 1933 l’Australian Terrier è stato inserito nel Libro Origini Inglese. Questo è stato il passo decisivo e che ha dato il via ad un crescendo di popolarità, lento ma continuo, fino a portate questa razza a vincere i primi titoli riconosciuti a livello internazionale.

Un’altra importante tappa nella storia dell’allevamento dell’Australian Terrier è il suo arrivo in USA, avvenuto a fine Ottocento, importante perché in questa terra accogliente è diventato popolare molto più che in Europa dove è arrivato solo in seguito e dove resta ancora una razza di nicchia.

australian terrier

Australian Terrier: cuccioli

Ogni cucciolo di Australian Terrier è bene che conosca la propria origine, anche se scatenato e vivace, certo è più interessato a cercare occasioni per giocare. I progenitori di questa razza, come di tutti terriers, sono altri terrier inglesi, come il “Norwich”, lo “Yorkshire”, il “Patterdale”, poi mescolati anche ad altri cani.

Ciò che distingue l’Australian Terrier è la prevalenza nel suo DNA degli Yorkshire importati in Australia dai colonizzatori europei. Iniziata in questa isola, l’evoluzione della razza è proseguita in Gran Bretagna dove la Contessa di Stradbroke si è presa l’impegno e l’onore di impiantarne i caratteri, quelli su cui si basa ancora oggi lo standard, approvato nel 1961

Australian Terrier: prezzo

Non essendo molto diffuso in Italia non è facile individuarne il prezzo, ma nei paesi in cui è diffuso come gli altri terrier, l’Australian Terrier ha un costo in linea con i suoi cugini. Quando se ne acquista un cucciolo è bene anche conoscere i difetti da cui questa razza può essere affetta, i più ricorrenti sono la mancanza di premolari, la mascella deviata, il tartufo color carne o in generale depigmentato, le unghie chiare o il pelo lanoso. Anche gli occhi chiari non sono ammessi.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Ti potrebbero interessare anche

Pubblicato da Marta Abbà il 29 agosto 2016