Afte, rimedi naturali

afte rimedi

Afte, rimedi naturali e non. Tutte le informazioni su cure, cause e rimedi naturali per guarire dalla afte o stomatite aftosa.

La stomatite aftosa, meglio nota come afta, è un ulcera misteriosa della bocca che colpisce il 10% della popolazione mondiale. Dico “misteriosa” perché non sono del tutto note le sue cause: le supposizioni sono più varie, dallo stress, all’attrito, dalla genetica che vede una risposta immunitaria inadeguata all’affaticamento fisico.

Valuteremo insieme le cause delle afte nel paragrafo successivo. I sintomi iniziale delle afte vedono una sensazione di bruciore o pizzicore sul sito in cui si sta formando l’ulcera. Entro qualche giorno dai primi segnali, si svilupperà un’area rossa o una bolla che all’apertura darà vita alle afte.

L’afte appare come un’apertura a forma tondeggiante o ovale, di colore bianco-giallastro, circondata da un anello rosso e infiammato. Nella gran parte dei casi, l’afta ha una dimensione di circa 3-4 mm ma può superare anche un cm di diametro. Il classico colore giallo-bianco delle afte è dettato dalla produzione di fibrina, una proteina coinvolta nei processi di coagulazione sanguigna.

Afte – Cause

Come premesso, le cause sono le più svariate. Il fatto che l’afte possa colpire con più possibilità bambini e adolescenti fa supporre a una correlazione con l’igiene orale, tuttavia, questa non sarebbe la causa ma solo un fattore d’incremento del rischio di formazione delle ulcere.

La causa esatta delle afte è sconosciuta, la teoria più accreditata vede un disordine del microbiota umano associato a problemi immunitari. Come premesso, a aumentare il rischio di contrarre l’afta è il contatto della mucosa orale con oggetti sporchi (mordere matite, penne…) e il contatto labiale con animali domestici. Altri fattori scatenanti possono essere l’affaticamento fisico e mentale, lo stress e alcune malattie. Anche le ferite causate dal mordersi accidentalmente la mucosa orale possono dare vita alle afte. Altre cause ipotizzate vedono carenza di ferro o acido folico, vitamina B2 e cambiamenti ormonali anche legati alle mestruazioni

Afte – Rimedi naturali

Alimentazione

Dato che non sono chiare le cause, non possiamo scartare nessuna di quelle elencate, neanche l’ipotesi della carenza alimentare. Assicuratevi di assumere abbastanza acido folico e vitamine del gruppo B ingerendo alimenti come melograno, bucce di piselli, carni rosse, kefir, non esitate a consultare un esperto nutrizionista per valutare insieme il regime alimentare migliore per le vostre esigenze.

Olio essenziale di menta piperita

L’olio essenziale di menta annovera buone proprietà astringenti, anti-infiammatorie e antisettiche (riducendo così la possibilità di infezioni). Da un lato aiuta a cicatrizzare la ferita e dall’altro allevia l’infiammazione svolgendo un’azione preventiva nei confronti di potenziali infezioni. Per conoscere tutte le proprietà dell’olio essenziale di menta e sapere dove comprarlo e quanto costa, vi rimandiamo alla pagina olio essenziale di menta piperita. Attenzione, l’olio essenziale di menta piperita non va messo direttamente sulle afte ma dovrà essere prima diluito: ne bastano poche gocce in un cucchiaio di olio d’oliva, agitare bene prima dell’uso.

Camomilla e salvia

La camomilla ha dimostrato di avere, oltre le classiche proprietà digestive, discrete proprietà antisettiche e antinfiammatorie che potrebbero agevolare la guarigione dell’afta. Un’antica cura, infatti, consiste nel porre un impacco di camomilla direttamente sull’ulcera. In assenza di camomilla essiccata (da porre in una garza) potete usare una bustina di camomilla. Vi basterà bagnare la bustina di camomilla in acqua fresca e poi poggiarla sulle afte da curare.

Così come la camomilla, anche la salvia è stata un antico rimedio omeopatico per la cura delle afte.

Olio di cocco

Le eccezionali proprietà dell’olio di cocco tornano utili anche quando si parla di curare le afte. Vi basterà ungere una garza con olio di cocco e applicarla sulla ferita. Per tutte le informazioni sulle proprietà e dove comprare olio di cocco, vi segnalo la pagina: Olio di cocco – proprietà.

Miele grezzo e cera d’api

Tra i rimedi della nonna all’afta segnaliamo il miele grezzo, meglio se di origine biologica. Il miele ha blande proprietà antibatteriche e, spalmato sulle mucose, ha un leggero effetto lenitivo. Applicate una piccola quantità di miele grezzo direttamente sull’ulcera.

Se la stomatite aftosa è posizionata sulla lingua o sulle gengive in diretta prossimità dei denti, la guarigione potrebbe essere più lente a causa del continuo attrito. Se la piaga sfrega continuamente sui denti, potete realizzare una protezione con della cera d’api e un cucchiaino di olio di cocco. Basta fondere insieme questi due elementi e lasciare raffreddare il composto da applicare quando risulta solido ma ancora malleabile.

Afte – Rimedi

Oltre ai rimedi naturali appena esposti, è possibile avvalersi di farmaci e presidi ad hoc. E’ il caso del cerotto nato per curare le afte e le piccole ferite della bocca. Si tratta di un cerotto liquido protettivo da applicare direttamente sull’ulcera con un applicatore plastico nato per l’uso. Anche se si chiama “cerotto liquido”, si tratta di un vero e proprio farmaco: oltre a favorire la cicatrizzazione svolge un’azione lenitiva e allevia il dolore. I cerotti liquidi anti-afte possono essere acquistati nelle farmacie più fornite oppure mediante la compravendita web: su Amazon, una confezione di cerotti liquidi contro l’afte è proposta al prezzo di 19,90 compreso di spese di spedizione.

Ti potrebbe interessare anche

Lingua bianca: rimedi naturali

Microbiota intestinale

Pubblicato da Anna De Simone il 7 ottobre 2015