Acqua di avena, proprietà salutari

acqua di avena

L’avena è un cereale che non dovrebbe mai mancare nella nostra alimentazione. Nell’articolo “Avena, proprietà e benefici” abbiamo ampiamente decantato le virtù di questo cereale; oltre a fornirci molti carboidrati, è utile per le fibre, per la riduzione del colesterolo, per la formazione delle proteine e può essere consumato anche da chi soffre di celiachia. In questo articolo vogliamo svelarvi i benefici dell’acqua di avena e darvi suggerimenti su come berla.



In sostanza le proprietà dell’acqua di avena sono determinate dalla notevole quantità di fibra di questo alimento, che ne contiene più di qualsiasi altro cereale. Questo comporta molteplici benefici per la salute come, ad esempio, ridurre la pressione arteriosa elevata, migliorare i problemi intestinali e gastrite, perdere peso e trattare patologie cancerogene. Ma di questo ne parleremo nel paragrafo successivo.

L’acqua di avena viene consigliato dagli esperti per pulire il tratto intestinale e purificare il flusso sanguigno. A detta degli esperti, l’assunzione costante del prodotto aiuta a prevenire diversi disturbi, poiché favorisce il benessere generale del corpo, soprattutto per quanto riguarda l’apparato digerente ed escretore. Nel caso dell’intestino, l’acqua di avena andrebbe a lubrificarlo, comportando l’eliminazione delle tossine così da favorirne il corretto funzionamento.

Acqua di avena, assunzione
È consigliabile bere l’acqua di avena la mattina, preferibilmente a digiuno. In seguito, potete berne un’altra porzione a mezzogiorno, prima di pranzo, e un’altra la sera prima di cena. Questo aumenterà la sensazione di sazietà ed eviterete di mangiare cibo in eccesso.
Alcuni esperti ritengono che, prima di procedere con il trattamento a base di acqua di avena per disintossicare l’organismo, bisogna sottoporsi ad una routine di depurazione generale del corpo della durata di circa una settimana. Poi, potete procedere come vi abbiamo precedentemente indicato.

Benefici dell’acqua di avena
I benefici dell’acqua di avena si tradurrebbero in:
Riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue e conseguente pulizia delle arterie.
Stabilizzazione dei livelli di zucchero nel sangue dato che apporta una sensazione di sazietà senza aumentare la produzione di glucosio.
Diminuzione del rischio di cancro, soprattutto di cancro al colon, perché impedisce l’accumulo di tossine nell’intestino.
Riduzione dell’ipertensione arteriosa, come per il colesterolo, pulendo il sangue.
Miglioramento dell’evacuazione intestinale, in quanto migliora la flora batterica ed evita la stitichezza.
Perdita di peso, in quanto aumenta la sensazione di sazietà e permette di andare al bagno con regolarità.
Miglioramento del rendimento nello sport, in quanto è un integratore ideale per gli atleti o chi fa attività fisica (se si beve un bicchiere di acqua di avena un’ora prima di iniziare l’allenamento).
Miglioramento della qualità del sonno, per questo l’acqua di avena è considerata un rimedio casalingo contro l’insonnia.

Pubblicato da Anna De Simone il 30 aprile 2015