A lavoro in bici, consigli e dritte

a lavoro in bici

Se stai pensando di andare a lavoro in bici, sappi che la bicicletta è un mezzo di trasporto molto conveniente e la tua sarebbe una scelta facile e in grado di allungarti la vita. Calcola che nel traffico cittadino la velocità media è di 15 km/h, nei punti più congestionati si va ancora più piano… recandoti a lavoro in bici potresti anche arrivare in anticipo sui tuoi colleghi automuniti. 

Andare in bicicletta aiuta l’ambiente, aiuta l’economia domestica e migliora l’aspetto fisico: rassoda i glutei e ti fa mantenere sano e in forma. Se, giustamente, ti preoccupa lo smog del centro urbano, puoi benissimo pedalare indossando mascherine antismog appositamente studiate per chi si sposta in bicicletta.

Prima di andare a lavoro in bici

Se hai deciso di andare a lavorare in bicicletta, inizia a fare la gambetta! La gambetta, in gergo ciclistico, è quella fase che ti consente di “fare il fiato“, di metterti in forma per affrontare percorsi più o meno lunghi in bicicletta. Con un buon allenamento preliminare è possibile andare a lavoro in bici anche se durante il tragitto dovrai affrontare qualche salita.

E’ importante arrivare preparati al primo giorno di lavoro in bici altrimenti rischieresti di stancarti troppo, scoraggiarti e abbandonare il progetto. Approfitta del tuo entusiasmo e dell’eccellente proposito per fare un po’ di esercitazione. Certo, in palestra esistono appositi corsi di spinning ma piuttosto ti consiglio di fare qualche passeggiata preliminare su sentieri pianeggianti. Fai passeggiate progressivamente sempre più lunghe fino a coprire una distanza equivalente al tragitto casa – lavoro.

Se hai altri dubbi su come gestire il sudore oppure su come uscire di casa in bicicletta quando fa molto freddo, hai a disposizione due articoli guida:

A lavoro in bici: quale bicicletta scegliere per spostarsi in città

Qualora le salite fossero eccessivamente ripide o frequenti, ti consiglio di comprare una bici a pedalata assistita. Il consiglio è valido anche se sei tenuto ad arrivare a lavoro in giacca e cravatta, questo abbigliamento non è l’ideale per il confort sulle due ruote a pedali. Per approfondire ti rimando all’articolo “la bicicletta elettrica conviene?”

Come scegliere la bicicletta giusta?
Il mercato delle bici da strada biciclette da città (city bike, bici enduro…) è molto diversificato ed è normale sentirsi confusi. Ecco alcuni consigli per scegliere la migliore bicicletta da usare in città.

Molte bici da strada portano il manubrio curvo verso l’alto o verso il basso (da passeggiata), in realtà, per avere una postura migliore durante la guida e stancarsi di meno in bicicletta, è meglio scegliere un manubrio dritto! Certo, con una postura eretta ne soffrirà l’aerodinamica ma… dovete andare a lavoro e non a una competizione ciclistica, quindi meglio privilegiare il comfort di bordo.

a lavoro in bici

Se decidi di andare a lavoro in bici, sicuramente ti sarà balenata l’idea di comprare una costosissima bici in fibra di carbonio. Certo, si tratta della soluzione più leggera ma non la più conveniente: calcola che con molte probabilità dovrai lasciare la bici all’intemperie, parcheggiata fuori o in zone ricche di smog. Un telaio in alluminio sarà perfetto, più resistente e meno bisogno di attenzioni rispetto a un telaio in fibra di carbonio.

Ti segnalo due modelli dall’ottimo rapporto qualità prezzo:

La bici perfetta per spostarsi in città, fare passeggiate e andare a lavoro. Il telaio è in alluminio, la forcella aerodinamica termina con un manubrio dritto, perfetto per agevolare una buona postura sui pedali. V.Brakes in alluminio con cambio a catena Shimano a 21 rapporti. L’altezza del telaio è di 59 cm quindi è adatta per persone particolarmente alte. La bici pesa circa 12 kg ed è proposta al prezzo promozionale su Amazon di 255 euro.

andare a lavoro in bici

Per chi non apprezza le biciclette con le marce. L’altezza del telaio è di 53 cm, perfetta se hai un’altezza compresa tra 164 e 170 cm. La bici è perfetto per andare a lavoro e gli spostamenti in città e di certo non manca di stile: i cerchioni aero in alluminio anodizzato sono dorati e i mozzi pregiati. La forcella aerodinamica termina con un manubrio dritto che agevola la postura eretta. I freni sono a tiraggio laterale targati Dual Pivot.

Pubblicato da Anna De Simone il 12 giugno 2015