Mascherine antismog, perché indossarla

SMOG: TORINO, CONFERMATO BLOCCO TRAFFICO DI DOMANI

Le mascherine antismog potrebbero svolgere un ruolo cruciale nel proteggervi dall’inquinamento. Le mascherine antismog sono particolarmente consigliate ai ciclisti, ai runner, ai bambini, agli anziani e a chi cammina molto nel traffico cittadino.

Fare esercizio fisico fa bene ma gli effetti solo esclusivamente salutari solo quando si fa sport all’aria aperta, immersi nel bel mezzo della natura: chi va in bicicletta nel centro urbano o chi ama correre nella strada più trafficata della città va incontro a grossi rischi che lo costringono a indossare mascherine antismog.

L’esercizio fisico aumenta il metabolismo e rende più veloce e profonda la respirazione. In altre parole, il soggetto che corre o cammina in città respira più aria ma anche tutto ciò che essa contiene: polveri sottili, smog e inquinamento di ogni genere. Chi vuole evitare di respirare aria inquinata può fare esercizio fisico solo nei parchi e nelle oasi naturali, ma chi non ha un “polmone verde” a portata di mano dovrà scendere a compromessi con le mascherine antismog.

Quale mascherine antismog comprare?
Quando parliamo di mascherine antismog non ci riferiamo alle classiche mascherine bianche da chirurgo, del tutto inutili quando si parla di inquinamento; ci riferiamo piuttosto alle maschere antismog con marchio EN 149 (norma europea che garantisce l’efficienza minima filtrante). In base all’efficienza filtrante le mascherine antismog si dividono in FFP1 (efficienza minima garantita pari al 78%) FFp2 (efficienza minima di filtrante pari al 92%) e FFP3, si tratta di mascherine pesanti e ingombranti, destinate a essere utilizzate in cantieri o particolari situazioni. Attenzione al made in China: qualsiasi mascherina antismog importata dalla Cina non soddisfa gli standard di efficienza minima filtrante.

Nelle città meno sviluppate e soprattutto dove c’è una scarsa consapevolezza delle problematiche ambientali, le persone sono più propense a chiudere un occhio riguardo il problema dell’inquinamento. I cittadini tendono a montare depuratori d’aria in casa quando passano la gran parte di tempo tra traffico urbano, supermarket, strade e lavoro: in questo contesto il modo migliore per tutelare la propria salute è indossare una mascherina antismog.

L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha redatto vari documenti dove si mette in stretta correlazione l’insorgenza di una gran quantità di tumori all’inquinamento dell’aria. Insomma, l’inquinamento dell’aria sarebbe una delle cause principali del cancro e, a seguito di tali pubblicazione, per la prima volta le Nazioni Unite hanno rilasciato delle dichiarazioni di forte impatto circa il rischio di cancro correlato all’inquinamento dell’aria.

Le mascherine antismog sono per fortuna disponibili a prezzi decisamente contenuti: su Amazon ne sono disponibili di diversi modelli. Tra quelle dal miglior rapporto qualità presso segnaliamo il modello Urbanstyle proposta al prezzo di 12,93 € con spedizione gratuita. Questa mascherina non ha filtri ai carboni attivi. Se cercate un modello con filtri più efficaci potete provare la mascherina antismog Lampa 91260 Defensor proposta al prezzo promo di 13,88 euro con spedizione gratuita. Ricordatevi però che periodicamente la mascherina va sostituita perché i carboni attivi perdono di efficacia.

Pubblicato da Anna De Simone il 26 gennaio 2014