Come denunciare un abuso edilizio a Napoli

L’abuso edilizio ha senza dubbio arrecato gravi danni al territorio, all’ambiente, alla convivenza civile e al concetto stesso di legalità. Il consumo di suolo ci restituisce un’Italia mutilata, sempre meno disponibile alle politiche di sostenibilità e di sana agricoltura.

I dati sull’abusivismo edilizio sono allarmanti e lo sono molto di più le stime sul consumo di territorio. L’illegalità, l’inefficienza e la corruzione hanno contribuito alla  devastazione ambientale  e alla nascita dei “mostri di cemento” o simili.

Cos’è l’abuso edilizio?
Trattasi essenzialmente di edifici realizzati in totale assenza di concessione edilizia, in genere su aree dove gli strumenti urbanistici non ne consentirebbero comunque il rilascio.

Abuso edilizio a Napoli
Danni enormi sono stati arrecati in alcune aree napoletane con effetti devastanti sull’ambiente.

Capri, Ischia e mille altri luoghi, a volte carichi di bellezza e di storia, sono stati massacrati, insieme a centinaia di chilometri di coste da questo fenomeno incivile. Caso paradigmatico quello della Costiera Sorrentina e Amalfitana dove le denunce del WWF hanno portato alla scoperta di centinaia di ville abusive che nell’insieme stavano trasformando la bellissima Costa Napoletana in una sola lottizzazione abusiva.

Come denunciare un abuso edilizio a Napoli
All’ interno dell’ organizzazione del corpo della Polizia municipale di Napoli, esiste una unità operativa denominata Uosa, specializzata nell’ intervento contro gli abusi edilizi.

Le segnalazioni vanno inviate al fax 081 7959001 oppure inviando un’email all’indirizzo: polizialocale.antiabusivismo@comune.napoli.it

Per ulteriori informazioni vai al sito Comune di Napoli-sezione Unità Operative Territoriali

Foto | pescasseroliew.it

Pubblicato da Anna De Simone il 5 agosto 2012