Il sughero per l’isolamento naturale dei rumori

Immagine da Coverd.it

Immagine da Coverd.it

Il sughero è ottimo contro il rumore perché la porosità e l’elasticità che lo caratterizzano ne fanno un ottimo isolante acustico. Meglio ovviamente se si tratta di sughero naturale, cioè non trattato con additivi chimici per l’amalgama dei pannelli, e meglio se si tratta di sughero biondo ad alta densità e non di quello ‘nero’ che dopo il processo di tostatura diventa fragile e leggero perdendo buona parte delle proprietà fonoisolanti.



Delle proprietà naturali del sughero contro il rumore potreste sentire il bisogno mentre in casa malsopportate il volume del televisore del vicino, o la musica che arriva dal piano di sotto. Sono situazioni spiacevoli che negli edifici leggeri e poco isolati si verificano spesso. E troppo spesso ci si arrabbia se è vero come è vero che le liti tra vicini di casa (spesso causate dai rumori) sono in cime ai contenziosi di cui si devono occupare i tribunali.

Passi per le case multipiano di qualche decennio fa, quando al problema dell‘inquinamento acustico domestico non ci si pensava, ma in un edificio moderno non è accettabile la mancanza di un buon isolamento acustico contro il rumore. Del resto lo dice anche la legge. E non da ieri visto che la norma di riferimento, alla quale ci si può appellare, risale a 16 anni fa: il Dpcm 5.12.1997.

Il rumore negli edifici è una brutta bestia perché si propaga sia attraverso l’aria (rumore aereo) sia attraverso le strutture (il classico calpestio). Il sughero funziona bene in entrambi in casi ma il problema è che, come tutti gli altri isolanti acustici, deve essere inserito (e inserito bene) all’interno delle strutture in fase di costruzione. Infatti l’aggiunta a posteriori può risolvere solo in parte il problema del rumore. Questo rende di fondamentale importanza la fase progettuale.

E se l’edificio è esistente? Se abitate in condominio e avete il problema del rumore domestico causato dai vicini, le soluzioni non sono molte. Per le pareti si può pensare di realizzare una controparete interna in cartongesso inserendo pannelli di sughero naturale nell’intercapedine, ma tenete presente di dover rinunciare a un po’ di superficie. Una controparete di questo tipo che va a realizzare una struttura composita massa-molla-massa può essere una buona soluzione contro il rumore aereo.

Incollare direttamente al muro pannelli di sughero è una soluzione poco efficace. Fatelo se proprio non avete altro, ma la continuità strutturale tra la muratura e lo strato isolante aiuta poco contro il rumore. In compenso il sughero, che è anche un ottimo isolante termico traspirante, potrà risultare efficace se avete un problema di muffa sui muri causato da ponti termici.

Con il rumore che arriva dal piano di sopra è ancora peggio. Se il problema è come contenere il rumore di calpestio potete pensare a un controsoffitto in cartongesso con sughero e magari anche lana di pecora nell’intercapedine ma fermerete (in parte) solo i rumori aerei. Contro il rumore di calpestio che si propaga attraverso i muri dovreste convincere il vicino del piano di sopra a rifare il pavimento inserendo uno strato fono isolante di pannelli di sughero. Tanti auguri.

Il sughero biondo naturale è ottimo contro il rumore perché ha massa ed elasticità. Massa ed elasticità sono infatti le prerogative di un isolante acustico che deve fermare l’energia rumore. Un isolante a massa elevatissima sarebbe perfetto contro il rumore, ma non potendo isolare le case con il piombo ecco entrare in gioco l’elasticità e la porosità del materiale coibente.

Dal punto di vista ecologico, la produzione del sughero biondo naturale ha un basso impatto ambientale: la materia prima, presente anche in Italia, è la corteccia rigenerabile del sughero e la lavorazione nel caso del sughero biondo naturale non è particolarmente inquinante. Il sughero naturale è anche riciclabile e smaltibile.

Pubblicato da Michele Ciceri il 11 gennaio 2014