WaterBee, il sistema di irrigazione automatico

irrigazione automatica

Si chiama WaterBee ed è un sistema di irrigazione automatico che taglia ogni spreco idrico in agricoltura. Il sistema non è solo un progetto: è già attivo in 14 coltivazioni qui in Europa garantendo un risparmio idrico del 40% e migliorando la qualità e la produttività delle colture.

Vi abbiamo già parlato di Irrduino, il sistema di irrigazione sviluppato dal team di ingegneri di Google. La particolarità di Irrduino è che consente di irrigare l’orto a distanza, basta avere un accesso a internet per decidere quali piante irrigare e quanta acqua rilasciare, gli ingegneri hanno sviluppato un’applicazione che consente di gestire il sistema di irrigazione dal proprio smartphone, l’App IrrduinoDroid. Pare che l’irrigazione “in remoto” sia diventata oggetto di studio da parte di molti sviluppatori, arriva così WaterBee che consente di irrigare il giardino a distanza massimizzando il risparmio idrico.

GUARDA LE FOTO DEI SISTEMI PER L’IRRIGAZIONE AUTOMATICA

L’acqua è una risorsa preziosa e anche limitata. Gli agricoltori hanno il dovere di massimizzare l’efficienza delle risorse idriche e tagliare ogni sorta di spreco. Ma come si fa a evitare gli sprechi quando si parla di irrigazione dei campi?

Il progetto WaterBee potrebbe essere di grande aiuto. L’irrigazione intelligente che incorpora sensori collegati in rete che possono essere monitorati e gestiti direttamente da tablet o smartphone. WaterBee è costituito da una serie di sensori che riescono a decifrare il contenuto idrico del suolo e calcolare i parametri ambientali che influenzano l’evaporazione. WaterBee tiene conto dello sviluppo delle colture e del fabbisogno idrico fisiologico delle piante.

I dati raccolti dai sensori vengono inviati a un controller centrale con un sistema a basso consumo denominato ZigBee. I sensori del sistema di irrigazione a distanza sono posizionati lungo la superficie di coltivazione, in diverse zone (in base alle differenti esigenze idriche del campo). Un gateway GPRS invia tutti i dati a un servizio web centrale che sfruttando un software di analisi potrà attivare, in modo selettivo, solo alcuni nodi di irrigazione. Il risultato? Le piante saranno irrigate solo al bisogno, senza sprechi!

GUARDA LE FOTO DEI SISTEMI PER L’IRRIGAZIONE AUTOMATICA

Un mezzo di automazione delle irrigazioni così efficiente può realmente tagliare un spreco idrico, in più, la possibilità di monitorare le irrigazioni dallo smartphone aiuterà i coltivatori ad aumentare i loro rendimenti riducendo i costi di irrigazione. Il sistema di irrigazione automatico è stato strutturato per integrarsi perfettamente alla linea della Direttiva Europea INSPIRE.

Pubblicato da Anna De Simone il 21 luglio 2013