Sensori ambientali per smartphone

sensore ambientale

Fino a qualche tempo fa, per controllare il clima e la temperatura bisognava munirsi di termometro e andare all’aria aperta! Oggi, per avere tutto sotto controllo basterà distribuire dei minuscoli sensori ambientali direttamente nell’area che si intende monitorare per poi controllare i dati raccolti. I sensori, dopo aver catturato tutti i dati richiesti, li trasmetteranno direttamente sullo smartphone così da fornire un’analisi a 360 gradi sull’ambiente d’interesse. 

sensori ambientali misurano e registrano dati specifici per poi trasmetterli a distanza. Già da tempo in negozi di tecnologia (anche presso gli Apple Store), è possibile trovare sensori ambientali che trasmettono temperatura, tasso di umidità, quantità di inquinanti nell’aria, condizioni meteo… Da un paio di anni si stanno diffondendo i sensori da giardino, un esempio è il Garden Sensor, un dispositivo a forma di quadrifoglio che deve essere piantato in prossimità delle specie arboree da monitorare. Il Garden Sensor suggerisce all’utente quando è il momento di annaffiare il proprio giardino, oppure quando è il momento adatto per effettuare il raccolto.

Anche il team di ricerca di Google si è interessato ai sensori da giardino proponendo così un sistema di irrigazione del tutto autonomo. Chi è interessato prettamente a sensori ambientali di certo sarà attratto dal Kit Lapka, sistema costituito da ben quattro diversi sensori. Il primo sensore misura la temperatura, il secondo l’umidità ambientale, il terzo le radiazioni elettromagnetiche. Il quarto rileva la concentrazione di nitrati presenti nel cibo.

Nella stessa direzione si è mossa la Wimoto con i suoi Motes, hanno l’aspetto di piccoli rettangoli adesivi. Possono essere posti ovunque e sono altrettanto versatili. I Motes sono sensori ambientali che ogni 15 minuti registrano svariati parametri per poi inviarli a iPhone o iPad utilizzando connettività Bluetooth. Sono ottimi per essere impiegati in giardino, infatti tra i vari parametri da monitorare consentono la registrazione e la trasmissione di dati inerenti alla temperatura, grado di umidità in atmosfera, livello di luce, grado di umidità nel suolo… inoltre il sensore riesce a calcolare il rischio di gelate o di danneggiamento delle specie arboree a causa di scarsa illuminazione.

Pubblicato da Anna De Simone