La semina delle piante grasse

semina piante grasse

Guida completa alla semina delle piante grasse. Consigli per la moltiplicazione delle succulente a partire dal seme. Come raccogliere e dove trovare i semi.

Moltiplicazione delle piante grasse

Le piante succulente si possono facilmente moltiplicare per talea, per divisione dei cesti oppure, in casi particolari, per innesto. E’ vero, tutte le tecniche appena citate sono valide per la moltiplicazione delle piante grasse, per esempio, per le piante succulente Epiphyllum, la divisione per cesti risulta facile e accessibile a tutti… tuttavia il metodo più valido per la propagazione delle succulente rimane la semina. Il motivo? La semina è l’unico metodo che consente di ottenere una buona variabilità genetica che consentirà l’adattamento della specie. Cosa significa? Che le piante succulente non sono originarie del nostro clima e con la propagazione per seme possiamo ottenere piante più robuste dall’esemplare madre, più resistenti all’avversità rispetto alle piante già adulte che il vivaio generalmente importa dall’estero.

Semi piante grasse

semi delle piante grasse si trovano facilmente, si possono comprare su Amazon così come nei garden center specializzati, inoltre i semi sono molto più economici delle piante adulte. Per esempio, è possibile acquistare una bustina di 100 semi di piante grasse con un investimento di 5,40 euro (con spese di spedizione comprese nel prezzo), su Amazon, per tutte le informazioni vi invito a visitare questa pagina.

Anche se, come visto, i semi di piante succulente sono facili da trovare ed economici, i semi migliori sono quelli che si raccolgono in proprio, quindi se hai un amico con delle piante grasse, il momento migliore per raccogliere i semi è poco prima che i fiori appassiscano. Quando un fiore appassisce libera i semi che rischiano di perdersi con il vento, per evitare che ciò accada, puoi adoperare dei sacchetti di carta e ancorarli alla base del fiore se la pianta grassa è abbastanza grande. L’unica condizione è scegliere piante grasse in salute che fioriscono con facilità: ciò ti fa capire che la pianta si è già ben adattata al nostro clima.

Semina delle piante grasse

Come si fa la semina delle piante grasse? Per praticità ti conviene adoperare delle cassette basse e larghe, degli appositi contenitori alveolati o dei vasetti… puoi usare anche le cassette delle fragole, dovrai produrre dei fori di scolo. I contenitori per la semina delle piante grasse dovranno essere poco profondi, al massimo 5 – 6 cm.

In commercio puoi trovare terriccio per piante grasse che, per adeguarlo alla semina, dovrai setacciare. Il terriccio più adatto per seminare piante grasse deve essere magro, cioè dato prevalentemente da sabbia, lapillo, pomice o argilla (vermiculite, bentonite…) e permeabile; se usi il classico terriccio per semine o terriccio universali commetti un grosso errore per due motivi: questo è troppo ricco di materia organica (è “grasso”), inoltre ha un pH troppo alcalino per le piante succulente. Il pH del terreno per seminare le piante grasse deve essere neutro o subacido, cioè compreso tra i 7 e i 6, al momento dell’acquisto assicurati che il terreno abbia queste caratteristiche… altrimenti puoi preparare il terriccio da te. Come? Mescola della sabbia di fiume (granulometria 3 – 6 mm) con della terra di foglie (miscela al 50%) e usa questo suolo per seminare le piante grasse.

Periodo di semina piante grasse

Il periodo di semina delle piante grasse dipende dalla tipologia d’intervento!

Quando seminare le piante grasse?

  • Sempre, se vuoi seminare piante grasse in casa dove la temperatura è controllata, in serra riscaldata o in un piccolo semenzaio in veranda.
  • Se vuoi seminare all’aperto, puoi agire da aprile in poi. Tra aprile e maggio puoi seminare in pieno sole mentre tra giugno e luglio la semina va messa in un luogo luminoso ma non eccessivamente caldo.

Come seminare le piante grasse?

  1. Prepara un contenitore dalla profondità massima di 5 – 6 cm.
  2. Sul fondo, poni della carta assorbente da cucina e uno strato di 1 cm di sabbia grossolana, ti servirà per il drenaggio.
  3. Riempi il contenitore con del terriccio per seminare piante grasse.
  4. Fai cadere sul terriccio i semi piccolissimi (alcune piante grasse vedono semi di dimensioni davvero esigue) così da spargerli in modo omogeneo. Dopo la semina, smuovi leggermente il terreno usando i polpastrelli (o una tavoletta di legno!) così da coprire i semini.

Quando i semi sono più grandi, per la semina delle piante grasse dovrai provvedere a interrarli come faresti con qualsiasi altra pianta: cioè ricoprendo il seme con una quantità di terreno pari alle sue dimensioni.

Dopo la semina, inumidisci leggermente il terreno con una sottile nebulizzazione.

Nota bene: la temperatura ideale per far germogliare i semi di piante grasse si aggira intorno ai 20 – 25 °C.

Pubblicato da Anna De Simone il 31 maggio 2018