Semina e fasi lunari

semina e fasi lunari

Semina e fasi lunari: Seguire le fasi lunari in agricoltura non significa essere superstiziosi o rispettare una credenza popolare ma basarsi su un sapere dettato da esperienza antica contadina che conferma come la luna può influire sulla semina e sul raccolto. Un buon motivo per seguire le fasi lunari è quello di evitare l’impiego di fertilizzanti, concimi e pesticidi chimici: è un modo per ritrovare un equilibrio naturale e dinamico nella natura.

La luna ha come ben sapete una fase crescente e una calante. Per poterle riconoscere facilmente, potete usare un semplice trucco: quando la gobba dalla luna forma una “D” la luna è crescente, quando forma una “C” la luna è calante.

Semina e fasi lunari in inverno
Con la luna crescente è consigliabile seminare le verdure che saranno mature in primavera-estate: è il caso delle melanzane, i peperoni, i pomodori e le zucchine. Con la luna calante invece vanno seminati i vari tipi di cavolo, il finocchio, le lattughe

Semina e fasi lunari in primavera
Con la luna crescente è bene seminare le bietole, le cipolle, le rape e gli spinaci. Invece con la luna calante i fagiolini, la zucca, il radicchio e il cetriolo;

Semina e fasi lunari in estate
Con la luna calante vanno seminate la cicoria, l’indivia e la barbabietola mentre con quella crescente il prezzemolo, il fagiolo, il cardo e la rucola;

Semina e fasi lunari in autunno
Con la luna calante si seminano il cavolo cappuccio, la rapa, la cipolla e le lattughe. Ma con la luna crescente è meglio seminare il pisello nei climi miti o il ravanello.

In generale si può dire che:

  • la luna crescente favorisce lo sviluppo vegetale delle piante: i succhi risalgono verso la superficie
  • la luna calante ha l’effetto opposto: i succhi si ritirano verso la radice e la terra è ricettiva.

Per approfondimento potete leggere l’articolo “Luna e semine, le regole”

Pubblicato da Anna De Simone il 31 agosto 2014