Rosmarino, la talea in acqua

talea rosmarino

Talea di rosmarino: il periodo ideale e istruzioni su come e quando procedere per moltiplicare il rosmarino a partire da un semplice rametto grazie alla talea in acqua.

Il rosmarino si può moltiplicare per talea in modo molto semplice. Ecco una guida che vi spiegherà come iniziare a coltivare rosmarino iniziando con una semplice talea fatta radicare in acqua.

Il rosmarino è una pianta facile da coltivare, molto resistente, poco esigente e si propaga molto bene per talea. Per fare una talea di rosmarino vi consigliamo di seguire le nostre istruzioni: la radicazione è assicurata, o quasi!

Rosmarino, talea in acqua

Quando procedere con la talea di rosmarino?
Il periodo migliore è la primavera.

Ecco come fare la talea di rosmarino:

  1. In primavera, prelevate dalla pianta madre dei rami di almeno un anno.
  2. Recidete il ramo in modo da ottenere una lunghezza di 20-25 cm.
  3. Eliminate le foglie più basse e infilate il margine inferiore del ramo in un vaso di vetro pieno d’acqua.
  4. Ponete il vaso in un luogo aperto e luminoso ma non direttamente al sole.
  5. Man mano che il livello dell’acqua diminuisce, aggiungetene di nuova senza mai cambiarla.
  6. Quando i rami presenteranno delle radici, procedete con la messa a dimora in piena terra o in vaso.

N.B.: le prime tenere radici dovrebbero apparire circa due settimane ma prima della messa a dimora, aspettate che la talea sviluppi radici di qualche centimetro. La messa a dimora, come premesso, può essere eseguita in vaso o in piena terra, vi basterà usare del terriccio comune per piante da orto.

Come coltivare il rosmarino 
A partire dalla talea in acqua del rosmarino, potete avviare una bella coltivazione di questa pianta aromatica. Il rosmarino può essere tranquillamente coltivato sul terrazzo o in balcone.

Nel posizionare il rosmarino, ricordate che questa pianta aromatica preferisce un’esposizione soleggiata: il rosmarino ama il caldo e si sviluppa meglio se la posizioniamo a sud. Tutte le istruzioni sulla coltivazione del rosmarino sono contenute nel nostro articolo-guida Come coltivare il rosmarino.

Come essiccare il rosmarino 
Una volta che la vostra talea sarà diventata una pianta adulta e ricca di rami, è possibile prelevarne qualcuno e procedere con l’essiccazione. Il rosmarino essiccato mantiene il suo aroma per lungo tempo solo se conservato sottovuoto o in barattoli dalla chiusura ermetica. Tutte le istruzioni sono contenute nel nostro articolo-guida come essiccare il rosmarino.

Il rosmarino in cucina 
Per scoprire tutte le proprietà benefiche del rosmarino e i suoi impieghi in cucina (polenta al rosmarino, focacce al rosmarino, risotto al rosmarino…) vi rimandiamo all’articolo-approfondimento sulle proprietà del rosmarino.

Pubblicato da Anna De Simone il 4 aprile 2015