Rimedi contro gli afidi: prevenzione e intervento

Rimedi contro gli afidi

Di rimedi contro gli afidi, comunemente pidocchi, ne esistono diversi. A seconda della gravità dell’infestazione potete usarne uno o l’altro, preferendo quando possibile i rimedi naturali. E senza dimenticare che il miglior rimedio che esista è sempre una buona prevenzione.

Rimedi contro gli afidi: misure preventive

Piante forti e resistenti sono meno soggette agli attacchi degli afidi. Una concimazione equilibrata aiuta perché gli afidi attaccano di più le piante molto concimate e quelle gracili poco nutrite. Il terreno inoltre deve essere ben arieggiato e mantenuto umido. A questo scopo lo strumento migliore è la pacciamatura.

Per rafforzare le difese naturali delle piante è utile di tanto in tanto cospargere le foglie con polvere di roccia o preparati a base di alghe. In caso di un’improvvisa comparsa di afidi individuata tempestivamente, può essere sufficiente il macerato di ortica di 12 ore da irrorare sulle foglie. Le piante assorbono rapidamente il macerato e riacquistano le forze per combattere autonomamente i parassiti.

Rimedi contro gli afidi: gli interventi

Se i pidocchi sono pochi e la comparsa è recente si può rimuoverli manualmente oppure irrorare la pianta con dell’acqua fredda. Altrimenti si possono utilizzare con successo macerati vegetali (ortica, felce, tanaceto e assenzio), infusi di erbe (tropeolo, rabarbaro) e preparati ecologici derivati dall’albero di neem. Se questi rimedi non bastano, ma allora significa che l’attacco è pesante, si può ricorrere ai preparati naturali a base di piretro. Questi però vanno usati con moderazione perché oltre agli afidi uccidono anche gli organismi utili, per esempio le coccinelle che degli afidi sono un predatore.

Rimedi contro gli afidi: lotta biologica

Per evitare l’utilizzo di pesticidi sta crescendo l’attenzione verso gli insetti capaci di nutrirsi degli afidi, come ad esempio la Chrysoperla carnea che potete vedere in azione in questo bel video, dove libera alcune piante di fragole dagli afidi infestanti …

Rimedi contro gli afidi: accorgimenti utili

Gli afidi si dividono in tre gruppi principali: gli afidi neri che attaccano fagioli, ciliegio e arbusti da fiore. Gli afidi verdi del melo, del pesco, del susino e delle rose. E infine gli afidi lanigeri che dimorano avvolti in secrezioni lanose nelle fessure dei tronchi d’albero e prediligono meli e biancospini.

La verniciatura del tronco difende gli alberi da tutti i tipi di afidi riducendo il numero di possibili nascondigli nella corteccia. Ai piedi degli alberi di ciliegio si può seminare il tropeolo, che attira su di sé gli afidi (afidi neri) liberando l’albero. La lavanda difende le aiuole di rose dagli afidi verdi La santoreggia seminata vicino ai fagioli nani li difende dagli afidi neri.

Ti potrebbe interessare anche l’articolo “Oziorrinco: come combatterlo

Pubblicato da Michele Ciceri il 14 agosto 2015