Rapa Rossa: proprietà e benefici

rapa rossa

Rapa Rossa, da non confondere con la barbabietola rossa, sua parente, è un prezioso ortaggio che è spesso chiamato anche carota rossa, anche se non suona molto. Rossa certo lo è, questo è il colore sfavillante che la rende riconoscibile e con cui possiamo arricchire le nostre ricette non solo di sapore ma anche di colore. La Rapa Rossa fa bene anche alla salute, ha interessanti proprietà che non tutti conoscono.



Rapa Rossa

Si tratta di un tubero, innanzituttto, e deve il colore rosso brillante ad un pigmento chiamato betanina, molto utilizzato anche dall’industria alimentare. La Rapa Rossa, assieme ad altri, è di quegli ortaggi ingiustamente trascurati e che meriterebbero più spazio a tavola. Vediamo perché e come, con qualche ricetta golosa.

Rapa Rossa: proprietà

In botanica questo tubero è denominato Beta vulgaris var. rapa forma rubra, appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae, è una pianta biennale erbacea con una forma simile a quella della barbabietola ma la si riconosce da una pellicola rossa che la ricopre da cima a fondo, dalla radice alle foglie anch’esse rubino e a forma a cuore. La Rapa Rossa può massimo a 20 centimetri,se coltivata con amore, e produce fiori in spighe, ciascuno con 5 petali, nel periodo tra luglio e settembre.

rapa rossa

Rapa Rossa: benefici

Fatta conoscenza della pianta, vediam perché mai dovremmo introdurre la sua radice nelle nostre cucine. La Rapa Rossa ha numerosissime proprietà che chi si intende di erboristeria e fitoterapia probabilmente già conosce. Ha note proprietà depurative e rinfrescanti legate alla presenza abbondante di minerali, stesso motivo per cui non è consigliata a chi soffre di calcoli renali.

Al contrario gli anemici dovrebbero fare delle grandi scorpacciate di Rapa Rossa visto che rivitalizza i globuli rossi e riequilibra i livelli di ferro nel sangue. 

Ora che arriva la stagione delle influenze è bene anche citare le proprietà antisettiche, nutrienti e ricostituenti, 12 mesi su 12, invece, risultano preziose quelle che aiutano la digestione stimolando succhi gastrici. Attenzione però: possono causare acidità di stomaco. Se non volete mangiare le Rape Rosse, potete sempre utilizzarle come ingrediente per creme ad azione capillarotropa ed antiarrossante.

Rapa Rossa: calorie

Tra le proprietà più gradite della Rapa Rossa ci sono anche le pochissime calorie contenute: 19 per 100 grammi di tubero. E’ quindi decisamente un cibo ipocalorico. E’ costituito da acqua per oltre il 90%, poi c’è un 4% di carboidrati e un 2,6% di fibre, il restante è costituito da proteine e, in minima parte, da grassi.

Rapa Rossa cruda

Ricca di sali minerali, la Rapa Rossa è una miniera di potassio, ferro, calcio, fosforo e sodio, ma anche di vitamine come la B1, la B2, la B3 e la C. Per alcune di queste è meglio consumare la Rapa Rossa cruda, dipende di cosa abbiamo bisogno. Nek caso, da crude, possiamo prepararle grattugiate o a fettine sottilissime assicurandoci di non “sprecare” tutte le vitamine, i sali minerali e le fibre in esse contenute.

rapa rossa

Rapa Rossa: cottura

E’ certo più frequente che le rape rosse vengano proposte cotte, anche se crude sarebbe meglio vengono generalmente consumate cotte, malgrado sia preferibile mangiarle crede. Certo non deve diventare una tortura, quella della Rapa Rossa, per cui se preferiamo non sgranocchiarla al volo, possiamo cuocerla al forno, tostarla o gratinarla. Sempre cuocendo questa radice, si ottengono i decotti, ottimi a scopo depurativo, rimineralizzante e digestivo.

Rape Rosse: ricette

Associata a succulenti piatti di carne, è da secoli molto utilizzata in cucina in vari paesi del mondo. Ci sono ricette anche più originali e sfiziose come quella del risotto alle rape rosse, gorgonzola ed acciughe. Per ottenere 4 porzioni servono 400 grmami di riso, del brodo vegetale leggero, un paio di rape rosse lessate, un etto di gorgonzola, 6-8 acciughe sott’olio, del vino per sfumare, sale e pepe, un tocco di parmigiano.

Rapa Rossa: coltivazione

In tutta la zona del Mediterraneo la Rapa Rossa è coltivata ed è una pianta originaria dei Paesi europei e dell’Africa del Nord. Non è difficile da curare, si adatta ad ogni tipolo di terreno e si ambienta  in Greci la coltivavano già nel 420 a.C., ma secondo alcuni docuanche a 800 metri di altitudine. Anchementi sembra che fosse apprezzata anche nel 2.000 a.C.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest 

Articoli correlati che possono interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 20 novembre 2016