Proteggere i pomodori dal sole

proteggere i pomodori dal sole

Proteggere i pomodori dal sole: le istruzioni e i consigli per proteggere i pomodori dalla siccità e dai danni del sole. 

La manutenzione ordinaria delle piante di pomodoro prevede concimazioni, irrigazione e rimozione degli steli malati, tuttavia, talvolta questi accorgimenti non sembrano bastare. 

Per avere un raccolto abbondante, le vostre piante di pomodoro hanno bisogno di qualche attenzione extra, soprattutto nelle stagioni ad andamento climatico particolare (se c’è il pericolo di freddo, ondate di calore eccessivo, sole intenso…). In questa pagina ci soffermeremo sui danni causati dalle ondate di calore e su come proteggere i pomodori dal sole.

Proteggere i pomodori dal sole, alcuni buoni consigli

Un buon agricoltore, per proteggere i pomodori dai danni dal sole può attuare tre differenti strategie, alcune di queste sono state già descritte nell’articolo più generico su come proteggere le piante dal caldo.

Consiglio #1 – La pacciamatura 
La pacciamatura è fondamentale per proteggere l’apparato radicale dei pomodori dai danni del sole così da evitare che la pianta possa seccare. E’ importante evitare di pacciamare con materiali plastici perché questi fanno surriscaldare il terreno. Meglio usare dei materiali naturali e riflettenti come paglia, cortecce o erba di prato.

Il modo più efficace per proteggere i pomodori dal sole è proprio la pacciamatura. Vi basterà aggiungere 7 – 10 cm di cortecce sminuzzate miste a foglie tritate alla base dei vostri pomodori per evitare che le piante possano seccare. La pacciamatura trattiene l’umidità e aiuta a regolare la temperatura mantenendo il terreno più fresco.

Consiglio #2 – Esposizione
Se avete la possibilità di scelta, piantate i pomodori in un luogo soleggiato al mattino e ombreggiato durante il pomeriggio. Se state coltivando i pomodori in vaso è facile spostarli: se le temperature notturne restano superiori ai 22 °C, vi conviene portare le piante di pomodori al riparo (almeno durante la fioritura).

Consiglio #3 – Irrigazione
Innaffiate le piante di pomodoro tutte le mattine. Controllate il terreno verso metà pomeriggio e se lo ritenete necessario (e il terreno risulta asciutto anche dopo lo strato superficiale), irrigate nuovamente. Per capire se irrigare più volte durante la giornata, controllate il suolo: se il terreno è asciugo dopo 2 – 3 cm di profondità, sarà necessario irrigare.

Il modo migliore per assicurare ai pomodori una corretta irrigazione consiste nel sistema a goccia; i vantaggi dell’irrigazione a goccia per proteggere il pomodoro da sole sono lampanti: si evita l’evaporazione, l’acqua è somministrata in modo costante e graduale, la frequenza di gocciolamento si può regolare in base alle temperature della giornata.

Pubblicato da Anna De Simone il 1 agosto 2015