Piante da interno contro l’inquinamento

piante da interno contro inquinamento
Molte piante d’appartamento si rivelano molto utili per la salute e il benessere dell’uomo; oltre alla loro funzione ornamentale comportano dei benefici come per esempio assorbire e ridurre l’inquinamento domestico in maniera naturale. Per la cura della pianta da interno bisogna tenere a mente i soliti piccoli accorgimenti: buona esposizione alla luce del sole e scarsità d’acqua. Vediamo nel dettaglio quali sono le piante da interno contro l’inquinamento domestico.

Molte piante dalle proprietà antinquinamento non richiedono cure colturali particolari anzi bastano poche e semplici attenzioni. Si tratta di piante facilmente reperibili nelle serre, nei centri commerciali reparto giardinaggi: hanno un costo contenuto e sono piuttosto longeve. Sono inoltre ritenute in pratica terapeutiche e sono inoltre capaci di filtrare l’aria, eliminando molti dei veleni presenti, a nostra insaputa, in ogni casa. Le foglie sono in grado di catturare vari tipi di inquinanti: fumo delle sigarette, monossido di carbonio che si sprigiona quando vengono accesi i camini, i fornelli del gas.

Le sostanze da neutralizzare più comuni sono: la formaldeide, presente per esempio in molti mobili di casa, il tricloroetilene, impiegato per solventi, vernici e nel lavaggio a secco, e il benzene che si trova nei carburanti, nel fumo, in molte plastiche e nei detergenti.
È bene precisare però, che l’inquinamento domestico proviene anche da altre fonti, come l’elettrosmog, l’inquinamento che deriva dalle radiazioni elettromagnetiche emesse in casa per esempio da telefoni cellulari, modem wireless e indirettamente da antenne, ripetitori, tralicci e trasformatori che si trovano in città.

Piante da interno contro inquinamento: quali scegliere?
Le foglie delle piante elencate di seguito hanno la capacità di catturare i prodotti chimicipresenti nell’aria e assorbirli. Questo avviene attraverso una gran quantità di piccoli pori, che si trovano proprio sulle foglie e sanno catturare e convogliare i gas inquinanti fino alle radici.
Tra le piante in grado di catturare i prodotti chimici presenti nell’aria e assorbirli troviamo la dracena, il potos, la gerbera, il ficus, l’aloe, l’anturio e lo spatafillo. Per maggiore approfondimento vi consigliamo la lettura “Piante che purificano l’aria di casa, l’elenco”

Poiché in casa ho il camino e purtroppo poca luce, ho optato per il potos (opothos); è semplice da coltivare ed è piuttosto longeva. La sua funzione oltre che ornamentale è quella di catturare monossido di carbonio, benzene e formaldeide.
Molti esperti consigliano di metterla anche nei garage per assorbire i gas di scarico delle auto, ricchi di formaldeide, una sostanza tossica per l’uomo e cancerogena.

Anche altre piante hanno le stesse potenzialità anti inquinamento; è il caso per esempio del crisantemo, l’azalea e l’edera. La scelta è ampia insomma……non vi sembra il caso iniziare a prendere in considerazione questi rimedi naturali per purificare l’aria di casa?

Ti potrebbe interessare anche

Beaucarnea: pianta mangiafumo

Pubblicato da Anna De Simone il 9 gennaio 2015