Piante grasse in estate

piante grasse in estate cure

Come curare le piante grasse in estate: consigli utili per la cura delle piante grasse nei periodi più caldi dell’anno. Quando si possono tenere in estate e con che frequenza irrigare.


Dopo aver visto come proteggere le piante grasse dal freddo (vedi l’articolo: piante grasse in inverno), oggi vedremo le cure da destinare alle succulente nel periodo più caldo dell’anno.

Come curare le piante grasse in estate

Con il caldo, le succulente possono essere spostate all’aperto.

Partiamo con uno dei dubbi più popolari: le piante grasse si possono coltivare in casa anche in estate? Sì. Le piante grasse si possono coltivare in casa in tutti i periodi dell’anno. Però, se le tieni in casa anche in estate, dovrai dedicarli più attenzioni oltre che a qualche annaffiatura in più.

Le piante succulente piante CAM, sono le più apprezzate e più vendute per le dimensioni compatte, le forme particolari e soprattutto per la facilità di coltivazione.

E’ vero che richiedono pochissime cure: solo un po’ d’acqua durante l’estate e poca manutenzione. Queste piante si possono coltivare in casa tutto l’anno, oppure, chi ne ha la possibilità, può spostarle all’aperto durante l’estate.

Dove tenere le piante grasse? Dovresti coltivarle nella posizione più soleggiata del giardino (in estate) e, quando le sposti in casa, dovreste disporle nella posizione più luminosa.

Come pulire le piante grasse

In qualsiasi periodo dell’anno, le piante grasse vanno pulite. Già, soprattutto chi coltiva piante grasse in casa, dovrà ricordarsi di… spolverarle! Non è uno scherzo! Le piante grasse accumulano polvere come qualsiasi altro oggetto della casa. La polvere va a nascondere il colore reale della pianta e soprattutto impedisce il processo della fotosintesi.

Per pulire le piante grasse puoi usare un pennello a setole morbide, in grado di raggiungere anche le cavità delle parti carnose. Se le foglie o altre parti della pianta presentano peli e spine, per pulire le foglie delle piante grasse dovrai usare il phon. Aziona il phon al minimo, con getto d’aria fredda. Mantieni il phon a una distanza di 15 cm dai fusti e dirigi il getto d’aria in modo da “spazzare” via la polvere accumulata sulla pianta.

Piante grasse in estate, cure

Per garantire una fioritura prolungata e limitare le esposizioni alle malattie, sarà necessario intervenire periodicamente e rimuovere i fiori appassiti dalla pianta. Niente forbici, per eseguire questa pulizia ti basterà afferrare le corolle dei fiori tra il pollice e l’indice e staccarlo delicatamente.

Se la pianta è stata esposta a una malattia, tutte le parti danneggiate vanno rimosse. Dovrai agire quanto più prontamente possibile: elimina le parti compromesse prima che la malattia possa diffondersi. Foglie e fusti danneggiati (che diventano scuri) devono essere rimossi con l’ausilio di un paio di forbici ben affilate. Prima di riporre le cesoie o comunque prima di usarle su un’altra pianta o sulle parti sane della stessa pianta, dovrai sterilizzare la lama.

Quando irrigare le piante grasse

In inverno le irrigazioni sono rare. In estate, dovrai somministrare l’acqua una volta a settimana. Se il l’ambiente è particolarmente secco e caldo, dovrai intervenire con una maggiore frequenza (due volte a settimana).

Le piante grasse si irrigano bagnando il terreno di coltivazione. Si interviene solo quando il substrato è perfettamente asciutto.

Chi coltiva piante grasse in casa, in posti caldi e dal clima asciutto, oltre all’irrigazione, potrebbe aver bisogno di nebulizzare sulla pianta dell’acqua non calcarea. Evita di bagnare i fiori.

Concime per piante grasse

Un buon concime per piante grasse deve apportare molto potassio, buoni dosi di fosforo e poco azoto. Non devono mancare micronutrienti come boro (B), rame (Cu), ferro (Fe), manganese (Mn), molibdeno (Mo) e zinco (Zn).

Sono diversi i prodotti presenti sul mercato, per comprarli ti basterà recarti presso un garden center, un vivaio o consorzio agrario. I concimi per piante grasse si trovano facilmente anche su Amazon. Tra le varie proposte ti segnalo il Concime per piante grasse Optimus perché è tra i più economici (e soprattutto completi e bilanciati) del mercato. Un flacone da 250 ml si compra con 3,50 euro e spese di spedizione gratuite.

Per tutte le informazioni puoi visitare la pagina Amazon: Concime per piante grasse Optimus.

Il produttore consiglia di usare il concime tutte le settimane nei mesi che vanno da febbraio e settembre e ogni 15 giorni nei mesi invernali. Se irrighi le piante grasse con acqua calcarea (acqua del rubinetto molto dura) allora dovresti attenersi alle indicazione del produttore.

Se irrighi le piante grasse con acqua distillata (oppure fai riposare l’acqua del rubinetto 24 – 48 ore prima di somministrarla e getti via i residui sul fondo dell’annaffiatoio), allora puoi limitarti a somministrare il concime ogni 15 giorni nel periodo estivo e una volta al mese nel periodo invernale.

L’estate è anche il periodo migliore per la moltiplicazione per talea delle tue piante grasse. Puoi eseguire una semplice talea di foglia.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 12 giugno 2017