Come allontanare i Pesciolini d’argento

pesciolini d'argento

Quelli che noi comunemente chiamiamo pesciolini d’argento sono insetti veloci e privi di ali meglio denominati come Lepisma saccharinaSi tratta di un insetto molto comune nelle abitazioni, è caratterizzato da un corpo dalla forma ovale allungata e dal colore argenteo.

Il nome pesciolino d’argento gli è stato conferito proprio a causa del colore, della sua forma allungata e obliqua mentre il nome scientifico è dettato dalle sue abitudini alimentari: Lepisma saccarina si nutre di carboidrati come zuccheri semplici e amidiLa lepisma saccarina appartiene all’ordine dei Tisanuri e come i suoi cugini, nell’estremità posteriore mostra una “coda” a forma di fiocco.

La vita media di un pesciolino d’argento può superare anche gli otto anni, e in base alle condizioni dell’habitat diventa adulto nel giro di quattro mesi o tre anni: a temperature comprese tra i 21 e 23 °C il pesciolino d’argento diventa adulto nel giro di un anno.

A una temperatura compresa fra 25 e 30 gradi, la femmina depone circa un centinaio di uova, preferibilmente in ambienti riparati come fessure o crepe. I pesciolini d’argento non possono riprodursi in ambienti freddi e secchi.

Da queste nozioni si evincono le prime indicazioni per eliminare i pesciolini d’argento:

  • Usate un deumidificatore d’ambiente
  • Evitate di asciugare il bucato in casa
  • Eliminate la muffa e le infiltrazioni
  • Sigillate fessure e crepe di ogni genere.

Il cibo preferito dai pesciolini d’argento è dato da sostanza ricca di amido o polisaccaridi in generale come la stessa destrina usata negli adesivi così la lepisma saccarina si nutrirà di:

  • colla
  • derivati latticini zuccherini
  • legature dei libri
  • vecchie foto o cartoline
  • francobolli
  • zuccheri di vario genere
  • capelli
  • forfora
  • polvere

Per allontanare i pesciolini d’argento mantenete gli ambienti domestici in perfette condizioni igieniche anche se questo non basterà: i pesciolini d’argento possono restare senza cibo anche per mesi e quando si sentono “alle corde” possono arrivare a mangiare cotone, lino, seta, insetti morti, capi in pelle come cinture e scarpe o fibre sintetiche. Per questo motivo, per allontanare i pesciolini d’argento si consiglia l’impiego di repellenti naturali aggiungendo alcune gocce di olio essenziale di varietà vegetali come l’alloro, la menta piperita, la citronella, la lavanda e di ginkgo biloba nelle zone interessate.

Pesciolini d’argento, curiosità
Il colore metallico argenteo del corpo compare dopo la terza muta e deriva da scaglie argentee presenti solo negli individui adulti.

Potrebbe interessarti anche il nostro articolo: Pesciolini d’argento: come eliminarli.

Pubblicato da Anna De Simone il 24 agosto 2014