Noce pecan: pianta e frutto

Noce pecan pianta

La noce pecan è il frutto del pecan, un albero originario dell’America del Nord. Le piante di noci pecan si possono coltivare in Italia con estrema facilità e seguendo i nostri consigli.

Noce pecan: pianta

Se vuoi coltivare noci pecan hai bisogno di comprare piante gia innestate in vivaio. In questo modo riuscirai a raccogliere a stretto giro. Se hai molta pazienza puoi ricorrere a portainnesti (selvatici e fatti crescere a partire dal seme). I portainnesti vanno innestati a fine inverno con la varietà di noce pecan desiderata.

Le noci pecan sono indubbiamente amate nel mondo: la produzione mondiale, nel 2017, è stata di 290.000 tonnellate. I principali produttori ed esportatori di noci pecan sono il Messico e gli Stati Uniti. In Europa ci sono solo piccole coltivazioni in Spagna.

In Italia l’interesse per l’albero di Pecan è solo ai suoi albori. Le prove di coltivazione sono scarne e quindi non ci sono dati per consigliare una particolare varietà. Si sta diffondendo, a causa della sua disponibilità e per la sua abbondante produzione, la varietà Cheyenne.

L’Italia, quando si tratta di coltivare noci pecan ha un grosso vantaggio: nel nostro paese ci sono numerose coltivazioni del noce comune e le tecniche di coltivazione della noce pecan sono le stesse impiegate per coltivare le classiche noci.

Se vuoi aggiungere al tuo frutteto familiare un tocco esotico, la pianta di noce pecan è quella che fa per te. Recati da un vivaio di fiducia o dal consorzio agrario di riferimento per acquistare una pianta di noce pecan già innestata o da innestare.

Se non sai dove comprarla, puoi sfruttare la compravendita online: a “questa pagina Amazon” un vivaista barese propone giovani alberi di noci pecan. Il prezzo per pianta è di 14 euro.

Come coltivare noci pecan

Per assicurare una buona crescita alla pianta, molta attenzione deve essere dedicata alla concimazione che varia in base all’epoca di sviluppo. Per una pianta giovane, come quella segnalata nella pagina Amazon, potrai proseguire così:

  • Concimazione del primo anno, nel mese di giugno, aggiungi 200 grammi si solfato di ammonio.
  • L’anno successivo all’impianto, concima tra aprile e maggio aggiungendo 200 grammi di solfato di ammonio-20. Ripeti la concimazione a metà giugno.
  • Terzo e quarto anno, concima sempre tra aprile e maggio con solfato di ammonio-20 e ripeti la concimazione a metà giugno. Questa volta, però, le dosi dovranno essere di 450 grammi per pianta.

Dal quinto anno in poi, la pianta di noce pecan avrà iniziato la sua produzione. Esegui un’unica concimazione più abbondante nel mese di aprile, apportando 900 grammi di solfato di ammonio-20.

Ti ricordo che il solfato di ammonio dovrà essere interrato nell’area di proiezione della chioma, a una distanza di 30 – 50 cm dal tronco. Puoi interrarlo superficialmente e poi irrigare. Il solfato di ammonio è un concime azotato che abbassa leggermente il pH del suolo, rilascia azoto lentamente e composti a base di zolfo utili alla pianta.

Nei primi due anni di coltivazione, dovrai concimare anche con irrigazione fogliare apportando un fertilizzante a base di zinco. Questo tipo di concimazione va fatta con clima fresco, quando la pianta presenta le sue foglie al massimo vigore.

Noce pecan: pianta e cure

Altre cure da dedicare alla pianta sono l’irrigazione, indispensabile solo in fase di sviluppo della pianta, quindi per i primi tre anni dopo l’impianto.

Come premesso, la produzione avverrà tra il quinto e il sesto anno dopo l’impianto. Nota che l’albero di Pecan, proprio come l’albicocco, ha la tendenza ad alternare annate molto produttive e annate più povere.

Noce pecan: proprietà dei frutti

La noce pecan apporta importanti nutrienti come magnesio, fosforo, zinco, rame, manganese, tiamina, fosforo, vitamine del gruppo B… Come tutta la frutta secca, anche le noci pecan sono molto caloriche, anzi, forse questo frutto è tra i più calorici: 100 grammi apportano 690 calorie.

Legno di noce pecan

Il legno di noce pecan è molto apprezzato negli Stati Uniti: è usato per affumicare le carni, per le cotture alla brace o per ottenere un pane aromatizzato. Il legno di pecan è noto come hyckory ed è molto particolare: si riconosce facilmente per la sua decisa figurazione e per questo è molto amato per realizzare parquet, mobili rustici e altri manufatti in legno.

Pubblicato da Anna De Simone il 29 ottobre 2018