Mannite: proprietà, usi, controindicazioni e prezzo

Mannite

La mannite viene utilizzata anche come dolcificante nelle cure dimagranti e la troviamo anche proposta spesso, on line e in negozio, come integratore alimentare essendo una sostanza particolarmente ricca di sali minerali. Si tratta di uno zucchero che ha però molte altre proprietà tra cui quelle digestive, blandamente lassative, rinfrescanti e regolarizzanti della motilità intestinale. Non è finita: anche chi soffre di diabete la può assumere perché non altera il livello glicemico del sangue nonostante il suo gusto sia davvero molto dolce. Da questo punto di vista, quasi ingannevole.



Mannite: cosa è

Detta anche mannitolo, è uno zucchero a basso contenuto di glucosio e fruttosio. Si tratta di una sostanza naturale prodotta dagli alberi di Frassino e che ha a che un potere dolcemente lassativo. Per ottenere la mannite è necessario effettuare un’incisione sui rami di Fraxinus Ornus, una pianta che comunemente possiamo chiamare anche frassino da manna, appunto, o albero della manna. Cresce in Europa, verso il Sud, ma è diffusa soprattutto in Asia Minore.

Vediamo meglio come si procede per estrarre la manna, ovvero la linfa, dalla corteccia del suo albero. Vanno create delle incisioni di piccole dimensioni in direzione trasversale procedendo con gesti precisi. Se così facciamo vedremo sgorgare un succo molto lentamente, perché piuttosto denso. All’inizio avrà un colore ceruleo e un sapore straordinariamente amaro ma basta che entri in contatto con l’aria per diventare in pochi minuti molto più chiaro alla vista e molto più dolce al gusto. Appena diventa solido, va a formare dei “cannoli” e delle “stalattiti” che restano biancastre e decisamente profumate.

Non sono numerosi oggi i professionisti che si occupano di estrarre la mannite dagli alberi, il loro numero è in continua diminuzione e sembra un mestiere che rischia di scomparire. Quasi solo i coltivatori, oggi, sanno ancora come coltivare e praticare le incisioni sulla corteccia del tronco del frassino, lo si deve fare tra l’altro con un particolare coltello chiamato mannaruolo, legando un filo di cotone dove c’è il taglio, in modo che colleghi il ramo a terra per permettere la raccolta della manna.

Mannite proprietà

Tra le proprietà più apprezzate di questa sostanza ci sono quelle lassative, anche se sono davvero leggere. La mannite è infatti nota come uno dei migliori rimedi naturali per combattere la stitichezza sia nei bambini, sia nelle donne in stato di gravidanza e di allattamento. E’ un lassativo molto particolare e apprezzato per via del fatto che agisce senza irritare la mucosa intestinale per provocare la peristalsi che invece spesso provoca, in altri casi, dolorose contrazioni.

La mannite non è solo uno zucchero per stitici ma vanta numerose altre proprietà tra cui quelle digestive, rinfrescanti e regolarizzanti della motilità intestinale. Pur essendo molto dolce non va ad alterare l’indice  glicemico, motivo per cui risulta particolarmente adatta a chi soffre di diabete, ma non solo. Molti la utilizzano come dolcificante nelle cure dimagranti come integratore alimentare, essendo molto ricco di sali minerali.

Mannite: usi

La mannite può essere utilizzata come zucchero, come dolcificante o come integratore. Dipende molto dal formato in cui la si compra e dallo scopo che si vuole con essa raggiungere. In ogni caso è una sostanza dal buon sapore, delicatamente zuccherino, motivo per cui i bambini non solo la tollerano ma la amano. A qualsiasi età la si può assumere in alternativa ad altri farmaci lassativi, disciolta in qualsiasi tipo di bevanda, compresi i succhi di frutta.

Mannite: per dimagrire

Abbiamo parlato di mannite come dolcificante al posto dello zucchero, e in questo caso può aiutarci a mantenere la linea. Non dobbiamo però confondere il suo effetto lassativo con un ipotetico effetto dimagrante. Di fatto è solo e soltanto una sostanza appartenente alla categoria dei lassativi osmotici. Ciò significa che rallenta la massa fecale a livello intestinale e attira l’acqua nell’intestino, facilitando lo svuotamento del colon. A livello intestinale è scarsamente assorbita, arriva quindi inalterata nel colon e lì agisce richiamandovi acqua. E’ così che riesce a rendere le feci morbide e a facilitare l’evacuazione in modo dolce e senza irritare l’intestino.

Mannite: controindicazioni

Ad oggi uno zucchero come questo non risulta avere alcuna particolare controindicazione, meglio però precisare che è necessario utilizzarla con un piccolo accorgimento. Va accompagnata con un’abbondante quantità di liquidi (acqua, succhi, bevande, latte ecc.) , visto che il suo meccanismo d’azione è quello di richiamare acqua.

Mannite: prezzo

Troviamo la mannite in diversi formati, con prezzi che possono variare ma sempre piuttosto accessibili.
Per 6 panetti su Amazon possiamo spendere 5,85 euro. Se invece vogliamo acquistare un prodotto per bambini, un integratore alimentare, per una confezione da 100 grammi spendiamo 18,65 euro.

Questo è un integratore alimentare di origine vegetale a base di pura manna da frassino, che favorisce il transito intestinale dei neonati e bambini fino a 3 anni, assicurando un’evacuazione rapida, indolore e sicura. Vengono aggiunti anche finocchio, melissa e camomilla per la riduzione del meteorismo, degli spasmi e della tipica irrequietezza dovuta al malessere intestinale.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebook, Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 12 Gennaio 2019