Magnolia in vaso

magnolia in vaso

Una guida per coltivare la magnolia in vaso. Dalle varietà più resistenti al freddo a quelle che producono più fiori. Magnolia giapponese e altri tipi. Potatura, concime e cosa fare se la magnolia non fa fiori.

Coltivare la magnolia in vaso

La magnolia è facile da coltivare e si adatta bene alla coltivazione in vaso. E’ resistente alle malattie e può essere sensibile solo a pochi attacchi fungini. Si può coltivare anche su un balcone in pieno centro urbano perché resiste all’inquinamento e allo smog.

Varietà di magnolie

Ci sono molti tipi di magnolie che, in botanica, sarebbe più opportuno definirle varietà. In ogni caso, si tratta di piante spoglianti con fioritura precoce e una crescita lenta. Le magnolie sono originarie delle zone tropicali e delle regioni temperate. Per questo motivo, non sono molto resistenti alle gelate ma riescono a resistere al freddo fino a – 5°C. Tra i tipi di magnolia da coltivare in vaso segnaliamo la magnolia giapponese e la magnolia stellate.

Magnolia giapponese

Il suo nome è magnolia kobbus, anche nota come magnolia giapponese per le sue origini. Ha un portamento compatto e in vaso riesce a raggiungere un’altezza di 3 – 4 metri.

Tollera il terreno calcareo, quindi non richiede attenzioni nelle irrigazioni: è preferibile usare acqua distillata, come l’acqua del condizionatore, tuttavia se l’acqua del rubinetto è moderatamente calcarea non sarà necessario acidificarla.

I suoi fiori sono stellati e spuntano ancor prima delle foglie, tra i mesi di marzo e aprile.

Magnolia stellata o magnolia bianca

La magnolia stellata ha un portamento arbustivo, in piena terra raggiunge l’altezza massima di 5 metri mentre in vaso si ferma a 3. E’ coltivata per la bellezza dei suoi fiori bianchi con petali larghi fino a 7 cm.

E’ una magnolia a fioritura precoce, per questo motivo, va tenuta in posizione riparata perché le gelate tardive potrebbero danneggiare la fioritura. Se avete una magnolia che non fiorisce probabilmente dovreste riconsiderare il fattore clima. Le temperature basse, infatti, sono un fattore penalizzante che potrebbero non far fiorire la magnolia. Questa magnolia va coltivata in terreni acidi e per questo per la sua irrigazione dovreste seguire le indicazioni viste nell’articolo come irrigare piante acidofile.

Coltivazione della magnolia in vaso

Le indicazioni per coltivare la magnolia sono universali e valide per tutte le varietà che hanno esigenze affini. Fatta eccezione per la magnolia giapponese che tollera un terreno calcareo, tutte le magnolie vogliono un terreno a pH leggermente acido.

Il terreno deve essere leggero, ben drenato e fertile. In caso di magnolia che non fa fiori, va rivalutata la qualità del terreno. Se irrigate con un’acqua molto calcarea, dovrete usare un terreno per piante acidofile. Se per l’irrigazione usate l’acqua  distillata del condizionatore, potete usare un terriccio universale.

Potete concimare con un concime per piante acidofile. Questo tipo di concime non è difficile da reperire. Su Amazon un flacone si compra al prezzo di 12,90 euro con spese di spedizione gratuita. Per tutte le informazioni sull’acquisto e soprattutto per farvi un’idea della formulazione di un prodotto adeguato a concimare le magnolie, vi rimandiamo alla pagina ufficiale Amazon: concime per acidofile FarmaP.

Magnolia, rinvaso

Il rinvaso può avvenire in qualsiasi periodo dell’anno in cui il clima è mite! Di conseguenza, nel nostro Paese, il periodo migliore per rinvasare la magnolia cada in autunno o in primavera. Meglio evitare l’estate in cui la pianta è in piena vegetazione e quindi più sensibile.

Esposizione, dove porre la magnolia in vaso

Le piante di magnolie vogliono un’esposizione soleggiata. Una mancanza di sole potrebbe causare una scarsa fioritura. Se in balcone le posizione soleggiate sono quelle più ventose, allora ponetela a mezz’ombra. La magnolia non sopporta bene i venti forti.

Magnolia, potatura e altre cure

Le magnolie non richiedono una particolare potatura. L’unico intervento di potatura richiesto prevede dei piccoli aggiustamenti per mantenere la forma. Per potare la magnolia bisogna intervenire dopo la fioritura.

Le piante più mature hanno bisogno di meno cure. In genere, la magnolia è molto resistente ad afidi, parassiti o malattie virali. Se però, in giardino o in balcone, avete altre piante colpite da malattie fungine, meglio eseguire dei trattamenti preventivi anche su magnolia con preparati rameici.

Magnolia, prezzo

Il prezzo di una magnolia in vaso? Per un esemplare posto in un vaso di 22 cm di diametro, il costa oscilla tra i 15 e i 25 euro in base alla varietà e al vivaio che la propone.

Al momento dell’acquisto, conviene scegliere esemplari già in fiore per non rischiare di comprare piante troppo giovani. Se avere una magnolia che non fa fiori, può essere che la pianta non è matura. Solo le piante più mature producono fiori.

Ti potrebbe interessare anche l’articolo su Angiosperme e Ginnosperme

Pubblicato da Anna De Simone il 31 agosto 2017