Idrocoltura, come iniziare

idrocoltura in casa

Idrocoltura, come iniziare: consigli sui vasi per idrocoltura e quali sono le piante più adatte. Consigli per iniziare a coltivare con l’idrocoltura.


L’idrocoltura indubbiamente elimina il problema dell’irrigazione delle piante, tuttavia richiede un po’ di impegno in più nella fase di avviamento.

Idrocoltura, che cos’è

L’idrocoltura è una tecnica agricola da praticare anche in casa. Tale tecnica prevede l’impiego di acqua e argilla espansa al posto del classico terriccio.

L’acqua e l’argilla espansa fungeranno da supporto all’apparato radicale insieme a un particolare vaso doppio. In questo articolo analizzeremo, uno a uno, gli elementi necessari per applicare l’idrocoltura in casa.

Idrocoltura, cosa serve

Cosa serve per coltivare piante in casa con l’idrocoltura? Quattro semplici elementi quali: vaso doppio, argilla espansa, acqua e piante adatte.

Argilla

Il terriccio assorbe bene l’acqua ma l’argilla espansa lo fa ancora meglio! La caratteristica di questo substrato, infatti, è quella di assorbire molta più acqua del terreno e di rilasciarla lentamente. In più, non si compatta, non si secca, riesce a sostenere bene la pianta e sporca di meno.

In vantaggio non da poco, con l’argilla espansa si abbassa il rischio di attacchi fungini e di altri parassiti.

Vasi per l’idrocoltura

vasi per l’idrocoltura sono contenitori composti da un doppio vaso. Si tratta di un vaso che prevede un cestello interno atto ad accogliere le radici e da colmare con l’argilla espansa.

Il “vaso esterno” dovrà contenere acqua, argilla espansa e un galleggiante che vi farà capire quando è ora di rabboccare.

Vaso per idrocoltura fai da te

Per farvi un’idea di come devono essere i vasi, potete osservare le foto dell’articolo Amazon “vasi per idrocoltura“. Vi sconsiglio l’acquisto perché si tratta di vasi che possono essere costruiti anche con il fai da te, vi basterà impilare un vaso più piccolo in uno più grande e forare il fondo del più piccolo “copiando” più o meno la disposizione dei fori che vedete nei vasi per l’idrocoltura in vendita su Amazon.

Al momento dell’acquisto del vaso per l’idrocoltura o quando state realizzando un vaso fai da te, cercate di non essere troppo generosi con le dimensioni!

Le pipante in idrocoltura hanno uno sviluppo molto lento, così i rinvasi saranno molto rari.

Piante adatte all’idrocoltura

Per non correre il rischio di lasciar deperire la pianta, meglio scegliere specie adatte. Ancora meglio se iniziate a coltivare piante con l’idrocoltura in casa scegliendo talee radicate in acqua.

Le talee radicate in acqua faranno meno fatica ad adattarsi a un substrato di argilla espansa dato prevalentemente da acqua!

Sono moltissime le piante adatte all’idrocoltura. Chi ama le spezie può coltivare il rosmarino a partire dalla talea (talea in acqua del rosmarino). Le piante più adatte all’idrocoltura sono:

  • Ficus
  • Calathea
  • Pothos
  • Dracena
  • Philodendro

Potete scegliere tutte le piante da foglia di origine tropicale (compresa l’orchidea). Potete scegliere anche piante con l’apparato radicale dal rapido sviluppo.

Tra le piante fiorite, oltre l’orchidea, potete coltivare con l’idrocoltura in casa anche Hibiscus, Spathiphyllum, Kalanchoe, Anthurium o Saintpaulia.

Piante grasse con idrocoltura

Chi intende coltivare piante grasse con l’idrocoltura dovrebbe abbandonare tale proposito. Le piante grasse non tollerano l’umidità eccessiva. Le uniche piante CAM da poter coltivare con l’idrocoltura sono:

  • Aloe
  • Crassulacee
  • Orchidee

Già, le orchidee sono Piante CAM!

Orchidea, idrocoltura

L’orchidea è adatta all’idrocoltura! Anzi, le orchidee sono piante epifite (in natura si sviluppano e vivono su altre piante) quindi si adattano bene agli ambienti umidi.

Acqua e nutrienti

La pianta andrà concimata come di consueto. Per iniziare, meglio usare acqua distillata ed evitare “l’acqua del rubinetto” quando troppo calcarea.

Aggiungete del concime adatto alla pianta da coltivare al momento della prima messa a dimora.


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Foto: ilgiardinodibama.it

Pubblicato da Anna De Simone il 11 luglio 2017